Bologna-Lazio, arbitra Massa: quando sfumò il sogno Champions e Tare… – VIDEO

© foto www.imagephotoagency.it

L’arbitro Massa dovrà dirigere la gara di mercoledì sera tra Lazio e Bologna: ecco l’intera designazione

Dopo la vittoria contro il Cagliari, per la Lazio sarà la volta di approdare a Bologna per sfidare la formazione di Donadoni nel turno infrasettimanale della Serie A. Mentre a Formello la truppa di Inzaghi è già a lavoro per preparare la partita, l’AIA ha comunicato la designazione arbitrale del match:

«La 10^ giornata di Serie A TIM Bologna-Lazio, in programma mercoledì 25 ottobre alle ore 20.45 allo Stadio Renato Dall’Ara di Bologna, sarà diretta dal signor Davide Massa (sez. di Imperia).

Assistenti: Lo Cicero – Fiorito

IV Uomo: Chiffi

V.A.R.: Orsato

A.V.A.R.: Peretti».

I PRECEDENTI – Davide Massa è un arbitro internazionale, che ha diretto 10 incontri dei biancocelesti. Il bilancio è equilibrato: con lui sono arrivate per la Lazio 4 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte. Le ultime gare in cui il fischietto di Imperia è stato arbitro sono Juventus-Lazio del 22 gennaio 2017 e Milan-Lazio del 20 settembre 2016, entrambe terminate con lo score di 2-0. La sua gestione non è stata sempre priva di problemi: in particolare in due occasioni, il suo operato è sembrato discutibile. La prima partita ad essere passata sotto la lente d’ingrandimento da parte dei tifosi è Lazio-Juventus del 25 gennaio 2014, in cui Massa decretò un rigore a favore dei padroni di casa, espellendo Buffon. L’altro match, invece,  risale al maggio 2015, quando la Lazo affrontò l’Inter all’Olimpico. In quel caso il direttore di gara estrasse il cartellino rosso sia nei confronti di Marchetti che in quelli di Mauricio e concesse il tiro dagli undici metri ai nerazzurri, che poi Icardi sbagliò. Infine, nel corso del secondo tempo fermò l’azione di Candreva per la posizione di off-side del centrocampista della Nazionale italiana, che era invece tenuto in gioco dalla retroguarda milanese. L’operato di Massa e la sconfitta della Lazio non permisero alla squadra di centrare la seconda posizione in campionato.