Connettiti con noi

Hanno Detto

Belleri: «Stagione positiva per la Lazio di Inzaghi. Radu? Un simbolo»

Pubblicato

su

Manuel Belleri, ex giocatore della Lazio, ha dato una sua opinione sul bilancio di questa stagione per la squadra di Inzaghi

La Lazio si prepara ad affrontare l’ultima partita di campionato contro il Sassuolo e a terminare questa stagione. Ai microfoni di Lazio Style Radio, ha dato una sua opinione sul bilancio di questo 2020-2021 Manuel Belleri, ex giocatore biancoceleste. Ecco le sue dichiarazioni.

SULLA STAGIONE – «C’è sicuramente rammarico per non aver raggiunto la Champions, è stata un’annata particolare visto il Covid. La Lazio ha comunque disputato un’ottima campagna europea, la stagione può essere considerata positiva tuttavia avendo centrato l’Europa League. Inzaghi? In questi ultimi anni ha raggiunto una grande maturità, ritrovandosi ad allenare una squadra con dei giocatori importanti, riuscendo ad ottenere risultati ottimi. Ha gestito al meglio lo spogliatoio e ha colto al meglio l’opportunità di allenare una squadra come la Lazio. Marusic? È cresciuto in maniera esponenziale sotto tutti i punti di vista, adattandosi anche in difesa dando grande disponibilità».

SULLE ENERGIE – «A livello mentale giocare in Champions per i calciatori è totalmente diverso dal giocare in campionato. In Europa non bisogna commettere errori giocando meno partite, ed è importante avere in squadra calciatori che hanno disputato già questa competizione. Questa squadra è simile a quella che partecipò alla Champions nel 2007, avendo molti esordienti e non tanta esperienza. Per questo va dato merito a Inzaghi che è riuscito a portare agli ottavi la Lazio».

SU RADU – «Arrivò alla Lazio in maniera umile e silenziosa, ma ci si accorse presto che aveva tutte le potenzialità per diventare un calciatore importante. La sua storia in biancoceleste parla chiaro, è diventato un simbolo».