AURONZO DAY 5 – Lavoro tattico nella seduta pomeridiana: non c’è Strakosha, differenziato per Luis Alberto – VIDEO

© foto www.imagephotoagency.it

Auronzo day 5: dopo la seduta di questa mattina, lavoro tattico e partitella nel corso dell’allenamento pomeridiano: non c’è Strakosha, continua a lavorare a parte Luis Alberto

SEDUTA POMERIDIANA – Dopo l’allenamento di questa mattina si torna in campo alle 17. La seduta inizia con l’entrata sul terreno da gioco dei tre portieri: non c’è Strakosha. Per il resto della squadra lavoro tecnico sul campo adiacente a quello centrale. Alle 17.20 circa la squadra si sposta sul campo centrale ed inizia il lavoro tattico basato sulle ripartenze. Il gruppo viene diviso in due: da una parte i fratinati (Leiva, Parolo, Murgia, Basta, Durmisi, Neto e Bastos), dall’altra i non fratinati (Luis Alberto, Immobile, Lombardi, Berisha, Di Gennaro, Cataldi e Marusic). Dopo l’esercitazione, ‘El Mago’ è tornato a svolgere lavoro differenziato insieme al preparatore Bianchini, mentre per il resto della squadra è iniziato il momento della consueta partitella a campo ridotto. Ad affrontarsi, tre squadre: i verdi con Lombardi, Luiz Felipe, Immobile, Patric, Acerbi, Murgia e Leiva; gli arancioni con Parolo, Di Gennaro, Filippini, Durmisi, Berisha e Bastos; i blu con Lulic, Minala, Wallace, Cataldi, Radu, Neto, Basta e Sprocati.

SEDUTA MATTUTINA – All’indomani della prima amichevole stagionale con l’Auronzo vinta 20-0, seduta di scarico per gli uomini di Inzaghi. Nella prima fase di lavoro la squadra ha svolto esercizi in palestra; successivamente i difensori hanno proseguito l’allenamento sul campo per le prove tattiche divisi in due gruppi: Bastos, Acerbi e Radu da una parte, Wallace, Luiz Felipe e Filippini dall’altra.

Le prove sono consistite nello scivolamento della linea difensiva, attaccata dai lanci di Bruno Jordao e Minala o dagli inserimenti di Pedro Neto, Sprocati e Lombardi in funzione di avversari. Nella seduta, anche i portieri Guerrieri, Proto e Adamonis regolarmente al lavoro agli ordini dei preparatori Grigioni e Zappalà.