Ancora rimandato l’arrivo di Bielsa. E intanto si punta con decisione su Rodrigo Caio…

© foto www.imagephotoagency.it

“Il tecnico? Ormai è questione di giorni”, ha assicurato il ds Tare a margine dell’evento organizzato dalla società nel centro sportivo di Formello “Ama la Lazio”. Stavolta, a differenza di quando a fine campionato disse che sarebbero state sufficienti due settimane, si spera che i buoni propositi corrispondano alla realtà.

BIELSA, ANCORA UN RITARDO? – Marcelo Bielsa è ufficiosamente il nuovo allenatore della Lazio da circa 10 giorni, non ancora ufficialmente per questioni legate al bilancio e per rallentamenti dovuti alla burocrazia. Ma questi intoppi si sono protratti ormai troppo, perché la stagione inizierà ufficialmente il 4 luglio, con la prima tranche delle visite mediche di rito che si svolgeranno come sempre in Paideia, la clinica di riferimento del club biancoceleste. Serve un’accelerata, insomma, se non si vuole rischiare di cominciare senza il nuovo allenatore. A rendere ancora più enigmatica la vicenda, poi, si aggiungono le ultime indiscrezioni che raccontano di come Bielsa, attualmente in Brasile, a Porto Alegre, abbia prenotato un volo per l’Argentina il 2 luglio. Se confermato, significherebbe che potrebbe arrivare in Italia al massimo il 4 (il giorno della possibile presentazione), ma facendo una corsa contro il tempo. Che il suo arrivo in Italia portasse con sé una tempesta era prevedibile, ma un inizio così incerto se lo sarebbero aspettati davvero in pochi.

PASSI AVANTI PER RODRIGO CAIO – La permanenza in Brasile del “Loco”, comunque, può essere anche una mossa per parlare direttamente con Adriano (le sue chance di passare alla Lazio sono salite di nuovo) e, soprattutto, con Rodrigo Caio, centrale brasiliano del San Paolo individuato come rinforzo principale per la difesa. La Lazio vuole accelerare per il classe 1993, che ha scalzato Jardel dalla lista degli obiettivi. Il nazionale brasiliano (anche tra i convocati della selezione olimpica) è ritenuto dal tecnico il giocatore ideale su cui fondare la difesa, partner perfetto di De Vrij. Nel caso arrivasse, supererebbe proprio il difensore olandese nella classifica dei difensori più costosi della gestione Lotito: De Vrij è stato pagato circa 8 milioni, per il brasiliano ne servirebbero quasi il doppio. 

Repubblica.it