Tommasi: «Le squadre che lottavano per lo scudetto si sono arenate. Lotito? Pensa che io ragioni da romanista»

tommasi
© foto www.imagephotoagency.it

Damiano Tommasi è intervenuto ai microfoni del portale giallorosso “Il Romanista”.

Damiano Tommasi, ex Presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, è stato intervistato dal quotidiano di sponda giallorossa “Il Romanista”, rilasciando dichiarazioni anche nei confronti del presidente della Lazio, Claudio Lotito: «L’AIC può camminare da sola, mi faccio bastare la mia scuola. È meglio che mi tolga di mezzo io. Ne sono tutti felici. Lotito quando abbiamo litigato me lo ha ricordato. Ma io ho pensato di fare quello che ritenevo fosse giusto. Solo che non può essere uno solo a pensarla così. Dovremmo essere in tanti. Finire il campionato è stato positivo, ma la ripresa?.
Una soluzione sarebbe stata mediare sui contratti: avrebbero firmato tutti i presidenti, tranne quelli che pensavano di poter vincere lo scudetto. Che alla ripresa del campionato però si sono subito arenati. Lotito ce l’ha con me solo perché pensa che io ragioni da romanista. Ma questo qualifica il suo modo di ragionare, non il mio. Non ho la presunzione di essere qualcuno per lui. Lui le sue cose le fa a prescindere, le ha fatte senza alcuna remora anche quando c’ero io».