Tensione a Francoforte, il racconto di un tifoso: «Abbiamo chiesto aiuto alla polizia, ma loro…»

Lazio-Eintracht
© foto @youtube

La pagina Facebook Mondo Ultrà ha pubblicato il racconto di un tifoso presente a Francoforte per Eintracht-Lazio

Quella di Francoforte non è stata una trasferta semplice per i tifosi laziali. Come anticipato, nel corso della notte precedente alla partita c’è stato un vero e proprio attacco contro alcuni biancocelesti da parte di un gruppo di ultras tedeschi, aiutati dai ‘gemellati’ atalantini. Ma non è finita qui. Sulla pagina Facebook Mondo Ultrà è stata pubblicata la testimonianza di un tifoso capitolino presente ieri a Francoforte. Il racconto è relativo a quanto accaduto all’uscita dallo stadio: «All’uscita dallo stadio siamo stati scortati dalla polizia fino alla stazione (…) Da lì, dopo che ci hanno lasciati, ci è voluta quasi un’ora e mezza, tutta a piedi, per arrivare a riprendere la macchina. Ma la cosa più brutta è che mentre camminavamo, siamo stati raggiunti da un gruppo numeroso di persone italiane, con l’accento del nord Italia. I quali hanno cominciato a tirare calci e pugni verso di me, mio figlio e mio nipote. Gli uomini ci hanno colpiti diverse volte alle spalle con calci e pugni, ma per fortuna senza gravi conseguenze, a parte un paio di occhiali rotti. Non può esistere oggi una cosa simile. Abbiamo chiesto aiuto alla polizia tedesca e loro se ne sono fregati. Sono molto amareggiato, dopo 1400 km per seguire la mia Lazio, non per il risultato che alla fine ci può anche stare ma da quello che è successo dopo».

Articolo precedente
La lettera di Cristiano Sandri: «Spero che ‘Il Messaggero’ possa scusarsi così…»
Prossimo articolo
Fiorentina, Lafont sfida Immobile: «Sono pronto a fermarti!». E sulla Lazio…