Mauri: «Lazio, in finale sarà un’altra storia. Ci sarà un approccio diverso alla partita…»

Mauri
© foto www.imagephotoagency.it

Ai microfoni di Radiosei, è intervenuto per parlare di Lazio e dell’impresa di ieri del Liverpool, Stefano Mauri

Tre partite al termine del campionato, quattro al termine della stagione. Quella finale per la Lazio fa tutta la differenza del mondo e ai microfoni di Radiosei, Stefano Mauri ha espresso il suo parere a riguardo: «Credo che sarà una gara completamente diversa da quella di campionato. La Lazio è consapevole che la vera Lazio è un’altra. Sarà diverso, già il fatto che sia una finale potrebbe rendere le cose diverse anche nell’approccio alla partita della squadra di Gasperini. Poi ci saranno giocatori diversi in campo per Inzaghi. La gara di campionato sicuramente ha fatto capire ad Inzaghi i punti deboli e quelli forti dell’Atalanta».

CHAMPIONS LEAGUE – «Ieri non c’è stata partita tra Liverpool e Barça. E’ stata impressionante la velocità con cui hanno giocato i Reds e la padronanza del pallone che hanno dimostrato sempre, seppur andando a quei ritmi. Sono stati bravissimi anche in questo, attaccavano sempre la profondità, sono stati aiutati molto da Anfield e dai propri tifosi. Immagino che Lucas Leiva abbia visto la partita ed abbia ripensato a tanti festeggiamenti sotto la Kop. Davvero emozionante l’inno finale a cui hanno partecipato tutti. Il quarto gol incassato dal Barça? Non è che hanno staccato la spina, ma non l’hanno mai attaccata. Credo che siano scesi in campo con la presunzione di averla già vinta, per poi farsi intimorire dal Liverpool e da quanto era accaduto lo scorso anno all’Olimpico».