Scudetto 1915 – Nuovo documento a favore della Lazio, l’avv. Mignogna smentisce Stagliano

© foto www.imagephotoagency.it

L’avvocato Gian Luca Mignogna fornisce altre prove che avvicinerebbero ulteriormente la Lazio all’assegnazione dello Scudetto 1915

Poche settimane fa l’avvocato Mario Stagliano, di nota fede giallorossa, si era espresso riguardo alcune prove incomplete presentate dal collega Gian Luca Mignogna alla Commissione dei Saggi, occupata a giudicare la richiesta di riassegnazione dello Scudetto 1915. La risposta del difensore biancoceleste è giunta questa mattina sul quotidiano Il Tempo, con la riproposizione dei giornali dell’epoca, che confermerebbero il reale annullamento delle partite fra Internazionale Napoli e Naples. Ciò risulta da uno studio effettuato dall’avvocato Trane e dal Centro Studi Nove Gennaio Millenovecento. Smentita così la tesi che voleva le due squadre napoletane ancora in corsa per il titolo. Di seguito ciò che si evince dall’articolo del quotidiano romano.

IL DOCUMENTO – L’articolo odierna cita testualmente: «E’ stato scoperto un articolo sul quotidiano romano Il Roma del Maggio 1915 nel quale si afferma testualmente ‘Avendo la Federazione Italiana annullati i due match precedenti, oggi sul campo dell’Unione Sportiva Internazionale ad Agnano vi sarà alle ore 3 la prima partita per il titolo di campione campano. La Federazione del Calcio alla quale l’arbitro aveva avvisato che i giocatori Pellizzari e Steigger avevano giocato i campionati sforniti di tessera dietro reclamo pure del Naples FBC, decise di annullare le due partite precedenti e far disputare di nuovo il campionato». Nessuna squadra del Meridione quindi si era qualificata per lottare nello spareggio contro la vincente (appunto, la Lazio) del girone Centrale.

LE PAROLE DI MIGNOGNA – L’avvocato Gian Luigi Mignogna, primo sostenitore dell’assegnazione dello Scudetto 1915 alla Lazio ex aequo con il Genoa, ha poi sottolineato: «L’articolo de Il Roma comprova 3 cose: la FIGC annullò le gare della suddetta prefinale meridionale. La nuova sfida indetta sarebbe valsa solo per il titolo campano. L’interruzione disposta il 23 Maggio 1915 impedì anche lo svolgimento di tale sfida regionale. Tale scoperta e i precedenti dossier portano ad un’unica conclusione. La FIGC non dovrà avere alcun timore di rendere giustizia ed assegnare alla Lazio l’ex aequo dello Scudetto 1914/15».