Scontri Inter-Napoli, arrestato Marco Piovella, capo ultras della Nord nerazzurra

Inter-Napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Nuovo arresto nelle indagini sugli scontri del 26 dicembre: si tratta del capo ultras Marco Piovella, indicato come ispiratore dell’agguato

Inter-Napoli / Nuovo arresto nelle indagini sugli scontri del 26 dicembre, prima della partita Inter-Napoli, a Milano, in cui ha trovato la morte Daniele Belardinelli, ultras del Varese. Come riporta La Repubblica, l’uomo ‘catturato’ dalle forze dell’ordine sarebbe Marco Piovella, capo ultras della curva dell’Inter. Soprannominato ‘il rosso’, è uno dei leader dei ‘Boys S.A.N.’ e responsabile delle coreografie da diversi anni. Già il 29 dicembre Piovella si era recato in questura dopo essere stato indicato da Luca Da Ros, uno dei primi tre arrestati, come l’ispiratore dell’agguato ai tifosi napoletani. Il provvedimento di custodia nei suoi confronti è per rissa aggravata, lesioni ed omicidio.

PASSATO – Già destinatario di numerose denunce all’Autorità Giudiziaria per episodi di violenza in occasioni di manifestazioni sportive, Piovella è anche indagato per violazione del Da.Spo a cui è attualmente sottoposto. Tra gli indagati, anche uno storico esponente del tifo nerazzurro, Nico Ciccarelli. Fondatore della tifoseria dei ‘Viking’ nel 1984, ha alle spalle già 12 anni di cardere e 5 di ‘Daspo’. Convocato ieri dalla Digos, è uscito in tarda serata dalla Questura di Milano. Restano in carcere, infine, Luca Da Ros, Francesco Baj e Simone Tria.

 

Articolo precedente
Calciomercato LazioCalciomercato Lazio, cercasi rinforzo per la fascia destra: ecco tutti i candidati
Prossimo articolo
errori arbitraliLazio, quanti torti! Ecco tutti gli errori arbitrali della stagione 2017-2018