Sassuolo Lazio racchiude anche un’altra sfida: De Zerbi vs Inzaghi

Lazio juve
© foto www.imagephotoagency.it

Domenica andrà in scena il confronto tra il Sassuolo di De Zerbi e la Lazio di Inzaghi

Dopo la sosta per le Nazionali, questo weekend prenderà nuovamente il via la Serie A. La Lazio di mister Inzaghi affronterà il Sassuolo di De Zerbi a Reggio Emilia. La sfida in programma alle ore 15:00 racchiude un altro confronto: quello tra l’allenatore bresciano e quello piacentino.

DE ZERBI – Proprio come a Foggia e Benevento, De Zerbi ha inculcato un modello di gioco nei propri ragazzi che segue i principi del gioco di posizione indipendentemente dal sistema di gioco utilizzato. Il 4-3-3 emiliano è utilizzato in base ad un fattore di notevole importanza: la scelta dipende anche dal numero di attaccanti utilizzati dall’avversario di turno. Contro due attaccanti De Zerbi ha scelto il 3-4-2-1/3-4-3, non tanto per avere superiorità numerica in fase difensiva, ma piuttosto per avere subito un uomo in più al momento di iniziare la costruzione dalle retrovie.

INZAGHI – Il tecnico piacentino predilige il 3-5-2. Durante la costruzione della manovra, se l’azione parte dal rilancio del portiere Inzaghi chiede di cercare la mezzala per conquistare subito la palla permettendo l’inserimento alla sue spalle dell’esterno. In fase di non possesso, con attacco centrale, all’interno della propria metà campo Inzaghi preferisce che gli esterni si abbassino per creare una linea difensiva a 5, così da consentire la giocata in anticipo dei tre centrali sugli attaccanti avversari, garantendo adeguata copertura sfruttando la superiorità numerica. Questo 5-3-2, che in fase di non possesso si adatta allo schieramento della squadra avversaria, può anche trasformarsi in un 5-2-3 sia per impedire un’agevole costruzione della manovra offensiva, sia per trovare spazi nelle ripartenze una volta riconquistata palla. Quando invece la palla oltrepassa la trequarti di campo e finisce sull’esterno, la squadra di Inzaghi adotta una nuova disposizione in campo, più simile a un 4-4-2.