RadioRadio, Allegri alla Lazio? Agresti: «Ha ambizioni più alte»

juventus conferenza allegri
© foto www.imagephotoagency.it

Il dibattito di RadioRadio fa il punto sulla voce di Massimiliano Allegri per la panchina della Lazio.

E’ di oggi l’indiscrezione di Massimiliano Allegri accostato alla panchina della Lazio per il prossimo anno. Sulle frequenze di RadioRadio è stato chiesto agli ospiti un parere. Eccoli riportati.

Tony Damascelli

Mi ha stupito il pensiero di Allegri e Lotito insieme, una bella storia, pensavo più alla Roma che alla Lazio, sarebbe veramente un colpo di scena che secondo me Inzaghi non si merita.

Alessandro Vocalelli

Io sarei molto sorpreso, fermo restando che la notizia è vera. Che Allegri possa allenare la Lazio io lo escludo, vorrebbe dire una conversione estrema da parte di Lotito, che non ha mai avuto grandi allenatori strapagati nell’elite, ha sempre rilanciato allenatori come Pioli, Rossi, Petkovic, o giovani come Simone Inzaghi. La Lazio guarda prima al risultato economico che al risultato sportivo, senza fare mai il passo più lungo della gamba, mi sembra impossibile che Allegri possa accettare.

Luigi Ferrajolo

Credo che durante questa stagione Allegri potrebbe valutare un’opportunità importante in Europa, la prenderebbe al volo perché mi risulta che voglia allenare, si è stancato di star fermo. Se non si apre nessuna porta quest’anno, allora poi la Lazio è un’ipotesi da considerare, ma la Lazio ha un presidente che fa molta economia e ha sempre preso mister di seconda fascia senza offendere nessuno. Questo non significa che non possa cambiare idea, ma credo Allegri possa avere società disposte ad accontentarlo di più sul mercato, con progetti più ambiziosi. La Lazio inizia la Champions con problemi numerici clamorosi, non credo Allegri possa accettare cose simili, penso la Lazio non coincida con le ambizioni di Allegri.

Stefano Agresti

Non mi risulta Allegri possa accettare Roma e Lazio, per dire lo scorso anno a Napoli De Laurentiis lo voleva e pur avendo il Napoli una struttura diversa da quella della Lazio – per capirci il Napoli viene da anni di Champions ed è una società che spende 80 milioni per un singolo giocatore – Allegri rifiutò e consigliò Gattuso che poi effettivamente si è insediato in panchina. Allegri è una persona pragmatica e sa che la Lazio con Lotito presidente è una società seria, sana ma attenta a spendere e con un certo livello.