Pruzzo polemico: «Il VAR? La Lazio se la canta e se la suona…»

© foto www.imagephotoagency.it

Roberto Pruzzo, ex giocatore della Roma, è tornato sulla contestazione dei laziali nei confronti dell’arbitraggio e del VAR

Esplode la polemica. Dopo le decisioni dell’arbitro Giacomelli e del VAR in Lazio-Torino, il popolo biancoceleste si è sentito effettivamente derubato ed ha alzato la voce, denunciando una situazione che va avanti da alcune partite e che ha danneggiato gravemente la squadra e le sue aspirazioni europee. Non tutti però sono dello stesso avviso. Roberto Pruzzo, per esempio, ha commentato il VAR mettendo in risalto quanto sia stato fondamentale nella mancata sconfitta della Lazio contro l’Atalanta. Intervenuto ai microfoni di Radio Radio, lo storico ex giocatore della Roma ha dichiarato: «La Lazio se la canta e se la suona sul Var. Ieri è stata fondamentale per il pareggio ottenuto sul campo dell’Atalanta. Senza l’intervento dell’assistente, i bergamaschi avevano segnato il quarto gol e la Lazio avrebbe perso. Tutto è migliorabile. Sabato ci sono stati degli episodi al limite, come il gol assegnato alla Roma. Alcune situazioni avrebbero bisogno di un’ora per essere decise. Nell’episodio del rigore di Santon a San Siro, la Var ha fatto la differenza in favore dell’Udinese. Quando accade qualcosa di contestabile è l’uomo che sbaglia, non la tecnologia. L’episodio di Giacomelli contro la Lazio è un errore clamoroso dell’arbitro, non ha senso parlare di errore del Var».