Primavera, Bonatti: «Vogliamo restare protagonisti del campionato. La mia squalifica? Assurda…»

Primavera
© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore Andrea Bonatti commenta il pareggio di Vicenza della Lazio Primavera e si prepara al finale di stagione

Dopo nove vittorie consecutive, la Lazio Primavera si è fermata a Vicenza nella partita giocata sabato scorso. Un pareggio amaro per la capolista, rimontata negli ultimi minuti; il tecnico biancoceleste Andrea Bonatti è ritornato così sul match pareggiato in Veneto: «E’ stata la miglior prestazione dell’anno e c’è rammarico perchè non siamo riusciti a concretizzare le tante occasioni, andando poi a prendere due gol su palla inattiva – le sue parole a Lazio Style RadioSe vogliamo restare protagonisti fino alla fine non ci possiamo concedere cali di concentrazione; se invece ci accontentiamo, allora va bene così. Vedendo negli occhi dei miei ragazzi la rabbia per un’occasione persa, penso che siamo d’accordo nella volontà di rimanere protagonisti di questo campionato. La soddisfazione maggiore? Chiunque gioca sa quello che deve fare e anche se vinciamo nella partita successiva c’è qualche cambio.Tutti sanno che possono trovare spazio se danno il loro meglio. Io sono uno strumento per questi ragazzi e ho il dovere e piacere di insegnargli ciò che so. La classifica? Ci teniamo questi 5 punti di vantaggio sulla Sampdoria come segnale del nostro percorso di miglioramento rispetto al girone di andata. La mia squalifica per Cesena? Mi sembra assurdo e mi rattrista questa decisione per aver chiesto all’arbitro di fare la sostituzione prima del corner per gli avversari».