Connettiti con noi

Esclusive

Piscedda: «Luis Alberto sta diventando bifasico. Ora la squadra ha capito cosa vuole Sarri» ESCLUSIVA

Pubblicato

su

Le parole dell’ex calciatore della Lazio Massimo Piscedda, intervenuto in esclusiva ai microfoni di Lazionews24

La Lazio arriva alla pausa probabilmente nel suo momento migliore, avendo battuto Fiorentina e Salernitana senza subire gol, e pareggiando su due campi difficili come Marsiglia e Bergamo pur essendo andata in vantaggio. La sosta della Nazionali ha portato con sé una brutta notizia, l’infortunio di Ciro Immobile. Il bomber biancoceleste, fresco di record di marcature nella storia della Lazio, salterà probabilmente il big match contro la Juventus alla ripresa, e ovviamente la gara degli Azzurri contro la Svizzera.

Massimo Piscedda è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni per analizzare il momento dei biancocelesti, con un focus sui singoli, ma non solo. Anche diversi spunti in ottica futuro per l’ex difensore, attualmente osservatore per le nazionali giovanili in FIGC.

IL MOMENTO DELLA LAZIO«Il cammino di miglioramento procede bene, credo che i calciatori abbiano capito cosa vuole Sarri. C’è temperamento e voglia di correre e lottare, tutto quello che aiuta la tattica a fare una bella gara».

LUIS ALBERTO RIVITALIZZATO«Lo spagnolo sta imparando a essere bifasico, prima invece lavorava solo palla al piede perché alle sua spalle aveva un interditore come Lucas Leiva. Ora Sarri gli chiede di fare le due fasi, chiudere le traiettorie e andare alto in pressione, quindi muoversi senza palla. Pare che lui lo abbia capito, si sta completando come centrocampista».

CAPITOLO DIFESA«Non ti difendi solo con i difensori e il portiere. Servono tutta una serie di movimenti a centrocampo, in particolare il lavoro di filtro che permette alla difesa di andare meno in difficoltà»

INFORTUNIO IMMOBILE«Dispiace in primis per la Nazionale e poi per la Lazio. In una partita decisiva come quella contro la Svizzera poteva essere importante, in un momento luminoso della sua carriera. Speriamo possa tornare presto, anche se contro la Juve potrebbe non esserci»

IL FUTURO DI LUCCA«Un giocatore che sta facendo i suoi passaggi per arrivare nella massima serie. È un buon giocatore, protagonista in Serie B e Under-21, ha tutte le carte in regola per diventare un calciatore di Serie A. Ma è prematuro parlare di campione del futuro, non va responsabilizzato eccessivamente»

TALENTI DEL FUTURO«Ce ne sono tanti, io mi occupo dell’Under-21. Uno potrebbe essere appunto Lucca, ma anche Colombo l’attaccante della Spal che è un 2002. L’importante è non responsabilizzarli più di tanto»

ZANIOLO«Giocatore sfortunato, soffrire due infortuni così gravi incide anche a livello mentale. Ha saltato l’Europeo e ha sofferto, entri in crisi con te stesso e subentra la paura, speriamo di ritrovare lo Zaniolo che conoscevamo»