Parolo: «Contro il Leverkusen partita importante. Che emozione indossare la fascia da capitano!»

© foto www.imagephotoagency.it

Marco Parolo, dopo essere rientrato in campo nell’amichevole contro il Leverkusen, ha commentato in questo modo il match e la preparazione della Lazio…

Finalmente Parolo. Dopo un infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo da gioco per vari mesi, il centrocampista della Lazio e della Nazionale ha preso parte alla partita di ieri pomeriggio contro il Bayer Leverkusen. Per di più, con la fascia da capitano al braccio (vista l’assenza di Lulic negli ultimi venticinque minuti di gioco, ndr). Il giocatore, intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, ha commentato in questo modo il match e la stagione che la compagine biancoceleste si appresta ad iniziare: «E’ stata una partita importante, contro una squadra di valore. Il Bayer Leverkusen gioca in Bundesliga. L’abbiamo affrontata bene, con lo spirito giusto. Chi è entrato in campo dal primo minuto o chi è subentrato nella ripresa ha fatto bene, peccato aver subito il gol nel finale. Avremmo potuto fare molti più gol, abbiamo avuto tante occasioni. Vincere aiuta a vincere e a lavorare meglio. Lo stiamo facendo, siamo in una bella location che ci permette di prepararci al meglio per le prossime due settimane: ci attende una partita importante il 13 agosto».

RISULTATI – «I risultati stanno dimostrando che stiamo crescendo come condizione, anche noi che ci siamo aggregati per ultimi stiamo lavorando per metterci al pari del gruppo. Siamo al punto giusto: mancano due settimane alla prima partita della stagione. Sono convinto che la nostra condizione migliorerà, l’affiatamento è già buono ma può continuare a crescere».

FASCIA DA CAPITANO – «Scendere in campo con la fascia al braccio ti trasmette belle emozioni, Senad è il capitano di questa squadra, sono contento per lui perché se lo merita visto quello che rappresenta per la Lazio. Noi “vecchietti” cerchiamo di aiutarlo a trascinare questo gruppo che ha tanti giovani di valore che stanno facendo bene e stanno dimostrando di meritarsi questo palcoscenico e questo spazio. Il gruppo è buono, dobbiamo continuare su questa squadra, con questo spirito. «Essere uno dei capitani per me è un orgoglio».