Connettiti con noi

Hanno Detto

Eriksson: «Lombardo una richiesta di Mancini. E su Mourinho…»

Pubblicato

su

eriksson

Eriksson, in una lunga intervista, ha raccontato un aneddoto legato a Mancini e Lombardo: queste le sue parole

In un’intervista rilasciata ai microfoni di Stats Perform, Sven Goran Eriksson, ha raccontato un aneddoto legato a Roberto Mancini e Attilio Lombardo, toccando però anche altri temi d’attualità, come l’Europeo. Queste le sue parole.

PASSATO – «Vialli e Mancini sono la coppia più forte d’Europa. E poi c’era Lombardo. Io mi ricordo quando siamo andati alla Lazio. Lui era ancora alla Sampdoria. Un giorno venne Mancini e mi chiede si prenderlo. Gli ho detto ‘Mancio, Lombardo è sulla strada del declino. Sarà difficile per lui prendere un posto nella Lazio’.  Lui mi disse ‘Lo so, ma lui è bravo per lo spogliatoio’. È sempre positivo e poi aiuta sempre tutti. Lo abbiamo preso e abbiamo vinto lo scudetto. Incredibile! Lo acquistammo più per lo spogliatoio che per il giocatore. Questa fu un’idea di Mancini». 

MOURINHO – «Non mi aspettavo che andasse ad allenare la Roma. Di sicuro la sua carriera parla da sé. Lui ha vinto tanto e ovunque. Se posso aggiungere però va detto che Mourinho di solito fa benissimo il primo anno, bene il secondo e poi dal terzo in poi, non so cosa succede alle sue squadre, ma c’è un forte cambiamento in negativo».

Advertisement