Connettiti con noi

Campionato

Pagelle Lazio Roma: che Reina, Anderson scatenato. Pedro dura lex

Pubblicato

su

I voti e i giudizi ai protagonisti del match valido per la sesta giornata di campionato tra Lazio e Roma: le pagelle

REINA 7,5 – Decisivo, e anche un po’ fortunato, su Zaniolo e Veretout nel primo tempo. Provvidenziale su Zaniolo e Shomurodov nella ripresa. Insomma, torna protagonista e diventa uomo derby. Superman.

MARUSIC 6 – Scelto per la sua fisicità, rispetto a Hysaj, sembra tenere botta. Molto spesso si arrangia con mestiere, ma non demerita.

LUIZ FELIPE 6 – Ci mette una pezza in più di un’occasione, come a metà primo tempo su un cross di Viña, dimostrando grande concentrazione. Soffre un po’ nel secondo tempo, ma porta a casa la pagnotta.

ACERBI 6 – Si oppone a Veretout nel primo tempo e gioca, nel complesso, un derby attento. Qualche sbavatura in fase di impostazione, ma comunque non sporcano un’impostazione sufficiente.

HYSAJ 5,5 – Soffre tanto il dinamismo, la corsa e la fantasia degli avversari. Nel finale è attento su Carles Perez e non si fa pregare. Ma la sua è stata cmq una stracittadina di sofferenza.

MILINKOVIC 7 – Sblocca la partita, ma non può anche esultare, causa scontro con Rui Patricio. Ma quell’immagine diventa il simbolo di una gara tutta coraggio e cuore. Lo si vede ovunque: in appoggio, di sponda, in interdizione. Forse dopo oggi Sarri potrebbe chiedere di clonarlo.

LEIVA 6 – Il suo lavoro di interdizione e la sua esperienza sono ancora di salvezza nel momento di maggiore sofferenza, ossia dopo il gol di Ibanez. Nella ripresa però rischia il secondo giallo e sembra calare vistosamente. Il cambio è inevitabile (61′ CATALDI 6 – Dà un po di ordine e di fosforo).

LUIS ALBERTO 6,5 – Pochi palloni, ma buoni. Poche luci, ma tanta qualità. Infatti è il suo pallone per Immobile per il 3-1. Non prende benissimo la sostituzione, con Sarri che prova a consolarlo. Genio e sregolatezza (66 – AKPA -AKPRO 6 – Entra per dare dinamismo e muscoli. E fa il suo).

FELIPE ANDERSON 7,5 – Il cross per Milinkovic è da applausi, così come i suoi strappi e i suoi ritorni in fase di copertura. Diventa l’incubo della difesa giallorossa, a cui fa letteralmente ballare la samba. Finalmente determinato e voglioso, con il coronamento del gol del 3-1. Il pallone di Immobile è un cioccolatino da scartare. Joga bonito.

IMMOBILE 7 – Perfetto il suo pallone a Pedro per il 2-0. Si divora quattro occasioni clamorose, perché in zona gol oggi non è la sua giornata. Ma nell’occasione del 3-1 umilia la difesa giallorossa e serve un cioccolatino a Felipe Anderson. Versione assist man (89′ MURIQI s.v.)

PEDRO 7 – Dura lex quella dell’ex. Segna contro la sua ex squadra, con un’esultanza che sa di liberazione. Una partita a tutto campo, anche in fase di copertura, dove, a inizio ripresa, esce con classe da una situazione difficile. E nei momenti difficili ci mette grande esperienza. Forse oggi in casa Roma qualche morso alle mani sarà stato dato…