Connettiti con noi

2015

Oikonomidis, un 2015 da incorniciare: “Che emozione il debutto con l’Australia, neanche la Lazio se lo aspettava!”

Pubblicato

su

Tenacia, pazienza e tanto tanto lavoro. Queste sono le caratteristiche con le quali ha esordito Oikonomidis con la Lazio. Un 2015 che sa di nascita e di crescita per il giovane biancoceleste che deve tutto questo anche alla convocazione con la sua nazionale. In una intervista al The Australian, Oinkinomidis si racconta e ripercorre le tappe che lo hanno portato in alto“Sarò sempre grato all’Australia e al ct Ange Postecoglu per avermi convocato. Mi ha aiutato sia fisicamente sia mentalmente. Mi ha fatto acquisire più forza, anche se ad inizio stagione ho avuto qualche infortunio. Come l’hanno presa i dirigenti biancocelesti? Erano stupiti. Hanno pensato: ‘Wow, lui ha solamente 19 anni ma il su Paese è già convinto delle sue qualità”. Il mio esordio contro il Saint Ètienne è stata una fantastica emozione. Già da un paio di giorni sapevo che Pioli voleva farmi giocare. Lui ha un sacco di fiducia nei miei confronti. All’inizio ero molto nervoso, nei primi 10 minuti ero molto emozionato. Le gambe mi sembravano di gelatina, ma con il passare del tempo ho iniziato a giocare bene, ho trovato il ritmo giusto e ho iniziato a giocare come sono abituato. Al termine del match tutti erano felici per me e mi hanno fatto i complimenti. Anche il mister mi ha preso da parte e mi ha detto che era felice per il mio debutto. Mi ha anche raccontato il suo esordio con la Juventus quando aveva 20 anni. In questo momento siamo nel pieno svolgimento del campionato, in lotta sia per la Coppa Italia che per l’Europa League. Ancora qualche parola sulla convocazione con l’Australia: “Giocare contro la Macedonia è stato fantastico, così come contro il Blangladesh durante la fase di qualificazione ai Mondiali. Non lo dimenticherò mai. C’era tutta la mia famiglia, è stato emozionate giocare insieme al mio idolo Tim Cahill. Lui è un grande maestro per me. Prima di entrare in campo mi ha abbracciato, è stato un momento davvero speciale”.