Connettiti con noi

News

Squalifica Sarri: riduzione difficile, ecco perchè

Pubblicato

su

Sarri è sato squalificato per due giornate dopo Milan Lazio, il club biancoceleste farò ricorso ma la riduzione resta difficile, ecco perchè

Riduzione difficile. Le tensioni finali che hanno acceso Milan-Lazio sono costate a Maurizio Sarri due giornate di squalifica. Nel dispositivo della sentenza emessa ieri dal giudice sportivo si legge infatti che la prima giornata di squalifica è stata comminata a Sarri per avere il tecnico «al termine della gara, sul terreno di gioco, cercato uno scontro verbale con un calciatore della squadra avversaria, assumendo un atteggiamento intimidatorio e inveendo contro il medesimo con parole minacciose», mentre la seconda giornata di stop è stata decretata per avere Sarri «successivamente al provvedimento di espulsione nel tunnel che adduce agli spogliatoi contestato la decisione arbitrale proferendo espressioni blasfeme».

La Lazio ha già fatto sapere che presenterà ricorso ma come riporta la Gazzetta dello Sport, una riduzione al momento resta un’ipotesi molto difficile. Proprio perché è come se si trattasse della somma di due diverse infrazioni. Se il ricorso sarà rigettato, Sarri non potrà andare in panchina nelle prossime due partite di campionato, che vedranno la Lazio impegnata all’Olimpico contro il Cagliari (domenica 19 settembre) e a Torino contro il Toro (giovedì 23 settembre). Sarri farebbe così il suo ritorno in campo per il derby del 26 settembre.