Connettiti con noi

Hanno Detto

Pioli a Dazn: «Abbiamo messo più qualità della Lazio»

Pubblicato

su

Pioli ha parlato nel post-partita del match di San Siro tra Milan e Lazio, valevole per la terza giornata di Serie A, ecco cosa ha detto

Nel prepartita del match di San Siro tra Milan e Lazio, Stefano Pioli, allenatore del Milan, è intervenuto ai microfoni di Dazn, ecco le sue parole:

SULLA PARTITA: «C’era da dimostrare che il Milan può giocare bene, convinto delle proprie potenzialità. Livello molto, abbiamo vinto meritatamente mettendo più qualità della Lazio».

SU LEAO: «Leao è già un punto di forza per quello che sta facendo. Leao ha solo 22 anni, terzo campionato in Italia. Deve diventare più efficace in fase conclusiva, deve diventare più cattivo. Come Rebic, abbiamo equilibrio con tutti, grande sacrificio e disponibilità di tutti. In questo modo ci divertiamo e facciamo divertire i nostri tifosi».

SULL’IDEA DI IBRA DALLA PANCHINA: «Bisogna vedere se stuzzica Ibra. Ibra non giocava da 4 mesi, sono contento che sia entrato bene. Florenzi non ha giocato tantissimi palloni ma la sua posizione nel primo tempo ci ha dato molti vantaggio. Proviamo a trovare delle posizione giuste per sviluppare la fase offensiva».

SUL RITORNO DI IBRA: «Ibra non invecchia mai, aldilà del talento ha il fuoco e la passione dentro. Compete per tutto, per essere il migliore. In questo modo non sente gli anni».

SUL SUO LAVORO: «Credo che ogni giocatore abbia le sue caratteristiche morali. Bisogna toccare le corde giuste. Però quando vedi i giocatori più esperti che ti insegnano come ci si allena per me è più facile. Oggi mancavano Giroud, Messias, Kjaer, la mentalità sta crescendo. Siamo una squadra viva e vogliamo uscire dal campo con soddisfazione per quello che abbiamo fatto. Dobbiamo e possiamo migliorare ma dobbiamo continuare con questo spirito, abbinando qualità e sacrificio. Vogliamo vincere tutte le partite e migliorare quando perderemo».

SULLA TATTICA: «Credo che siamo stati molto bravi con Leao e Diaz in fase difensiva coprendo quasi 3 giocatori. In questo modo eravamo sempre in superiorità numerica pressando Luis Alberto e Milinkovic. Ottima prestazione ma ora dobbiamo recuperare bene perchè mercoledì ci attende una grande sfida».

SUI SOGNI STAGIONALI: «I nostri sono e rimarranno sempre grandissimi. Ma dobbiamo sognare di notte e lavorare di giorno per realizzarli».