Mauri: «L’Empoli mira alla salvezza, i biancocelesti dovranno fare una partita intelligente»

Mauri
© foto www.imagephotoagency.it

Stefano Mauri ha parlato della sfida che vedrà la Lazio contrapposta all’Empoli

Dopo la sosta per le Nazionali ecco finalmente ripartire la Serie A. La Lazio di Simone Inzaghi se la vedrà con l’Empoli di Aurelio Andreazzoli, sì proprio lui, il tecnico uscito sconfitto dalla finale del 26 maggio. Per parlare della sfida del Castellani è intervenuto ai microfoni di Radiosei Stefano Mauri, ex capitano biancoceleste. Ecco le sue parole.

LA SFIDA DI EMPOLI – «Empoli è un campo particolare, ci saranno diverse insidie da affrontare per la Lazio. Quella di Andreazzoli è una squadra ben attrezzata, sono messi bene in campo e bravi nelle ripartenze. Non sarà una partita semplice. Inoltre l’ex tecnico della Roma avrà voglia di rivalsa ripensando al 26 maggio. Ma il tecnico non scende in campo, il loro obiettivo è chiaro, la salvezza. La Lazio per loro è una delle 38 partite, non credo che pensi al derby del 26 maggio 2013. Vengono da un campionato vinto agevolmente in Serie B ed anche quest’anno hanno dimostrato di avere dei valori. La loro salvezza passerà per i punti fatti in casa, insieme alla Spal è una delle più organizzate. Venderanno cara la pelle, la Lazio deve essere in grado di fare una partita intelligente e con tanta pazienza. La contrapposizione dei due moduli porterà ad avere diversi punti di riferimento, sfide individuali.Sarà una gara a scacchi, quasi uno scontro uomo contro uomo. E da un certo punto di vista potrebbe essere un vantaggio per la Lazio, la squadra di Inzaghi è più forte», conclude Mauri.

Articolo precedente
Lotito lazio marottaLimite prestiti FIFA, Lotito migliora col tempo: la situazione della Lazio
Prossimo articolo
EMPOLI – Andreazzoli pensa al 4-3-2-1 con Caputo unica punta