Luis Alberto: «È stato un anno duro per me, ma ora sono felice. Atalanta? Gli auguro la Champions»

luis alberto
© foto www.imagephotoagency.it

Luis Alberto ha commentato in patria il successo con la Lazio: lo spagnolo ha anche fatto i complimenti all’Atalanta

Anche per Luis Alberto non è stata una stagione positiva, ma il successo in Coppa Italia ha cancellato in un attimo tutte le delusioni di stagione. Dopo essersi sfogato ieri sera (clicca qui per leggere l’intervista), lo spagnolo ha rilasciato altre parole ai microfoni di As Tv. Ecco le sue dichiarazioni: «Abbiamo avuto merito doppio perché la Juventus in Italia vince tutto e noi gli abbiamo tolto due trofei negli ultimi due anni. La squadra bianconera è fortissima ma siamo riusciti a strappargli la Supercoppa in finale lo scorso anno. Atalanta rivelazione? No, da tre anni fanno bene. E’ un gruppo che mi piace perché gioca all’attacco e si comportano come fratelli. Sono sicuro che andranno lontano. Oggi non hanno vinto, ma io sono contento (ride, ndr). Gli auguro di andare in Champions.

IL FUTURO DI LUIS ALBERTO – «Critiche nei miei confronti? Un anno duro per me e la mia famiglia, soprattutto quando i risultati non arrivavano. Quando andava bene ero un fenomeno, quando le cose non giravano dovevo andare via. Non si fa così, non va bene. Questo infastidisce perché la gente non capisce quanto noi soffriamo questa pressione continua. Ora sono troppo felice e mi voglio godere questa vittoria. Futuro? Ne parleremo a luglio. Festeggerò con mia moglie, i miei due figli, i miei genitori e i miei amici che sono qui allo stadio con me. Siviglia? Lo seguo, è la squadra del mio cuore. Ha avuto una stagione difficile, spero vada in Champions anche se ci sono poche chance».