Lega B, Lotito unico candidato alla presidenza: «Non confermo nulla»

lotito
© foto www.imagephotoagency.it

Abodi lascia la presidenza della Lega B: «Mi sembra opportuno fare un passo indietro». Claudio Lotito unico candidato, ma il presidente della Lazio smentisce

Si è concluso ieri il Consiglio fra i club di cadetteria, è stata una riunione piuttosto agitata in cui non hanno partecipato Trapani, Perugia, Latina e Benevento. All’uscita dalla sede il patron della Lazio, Claudio Lotito, ripreso dai microfoni di Sky Sport, ha risposto così alla domanda dei giornalisti in merito alla sua candidatura come presidente della Lega di Serie B: «Non cofermo nulla». L’assemblea elettiva si terrà il 25 marzo, è comunque certo Lotito continuerà a portare avanti i suoi piani.

LA SMENTITA – «Lotito non si candida», queste le parole dell’avvocato Gianmichele Gentile che ha fatto chiarezza su questa questione:  «E’ tra gli azionisti della Salernitana, per regolamento non può candidarsi. Avrebbe dovuto cedere le sue quote, ma non ha intenzione di farlo: resta a Salerno», le parole riportate da Granatissimi.Ottopagine.

LEGA SERIE B – Dimissioni «irrevocabili» quelle di Andrea Abodi, che nei mesi scorsi ha concorso per la presidenza della FIGC, l’ex numero uno della Lega B a margine del Consiglio, convocato per decidere la data delle prossime elezioni, ha ammesso: «Nessuna inversione a U. Diversi presidenti mi hanno chiesto di ripensarci e di tornare alla guida della Lega B, ma sono una persona libera e coerente e mi sembra opportuno fare un passo indietro e uno a lato per il bene di questa Lega. Non cambio idea». Secondo il messaggero.it, dopo un Consiglio di Lega piuttosto agitato Claudio Lotito si è candidato alla presidenza della Lega B. Secondo statuto, una volta eletto, Lotito dovrà cedere le quote della Salernitana. Il presidente del Frosinone, Maurizio Stirpe, in polemica col patron della Lazio si è dimesso dal Consiglio.