Lazio, telefonata con Lotito: Immobile chiede chiarezza

© foto Roma 04/10/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Inter / foto Insidefoto/Image Sport nella foto: espulsione Ciro Immobile

Il retroscena di ieri che riguarda l’attaccante della Lazio ieri nel centro sportivo di Formello

Ciro Immobile ha vissuto il giorno più lungo e terribile. E’  arrivato a Formello intorno alle 12 con la sua Lamborghini Urus gialla. Vestito in borghese, mascherina indosso, si è infilato nella club house. Nel giro di poche ore è arrivata posta per lui: isolamento domiciliare disposto dall`Asl 1. Intorno alle 14,45, dopo la conferenza di Inzaghi, Immobile s`è incollato al telefono mentre attorno stazionavano (a distanza) il club manager Peruzzi, il dirigente accompagnatore Mani e il direttore della comunicazione De Martino. Ciro era inquieto, chiedeva «chiarezza», è ipotizzabile che parlasse con il presidente Lotito. Il tampone molecolare di Avellino l’ha certificato negativo, il tampone rapido del Biocampus (effettuato venerdì) positivo, il responso s’è aggiunto alla positività debole riscontrata dall’Uefa nelle ultime settimane: Chiusa la telefonata, alle 15 Ciro è salito a bordo del suo Suv e ha lasciato il centro sportivo, seguito a ruota da Leiva e Strakosha (anche per loro è stato disposto l’isolamento domiciliare). Non si è mai svestito, non è mai andato nello spogliatoio né in campo. Così si legge sull’edizione odierna de Il Corriere dello Sport.