Lazio, da Auronzo a Marienfeld: il programma ufficioso dell’estate biancoceleste

lazio
© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio si prepara alla nuova stagione: scelti ancora Auronzo di Cadore e Marienfeld per il ritiro dei biancocelesti

Non solo il mercato. In attesa che si apra il capitolo delle cessioni e degli acquisti, la Lazio lavora per la prossima stagione. Il rinnovo di Inzaghi ha riportato l’entusiasmo e la voglia di fare bene: si riparte così dal gruppo, solidamente costruito, ma soprattutto si riparte dal ritiro. Gli errori commessi nel precedente campionato saranno passati al vaglio dallo staff del mister, saranno analizzati per essere corretti e raggiungere così gli obiettivi prefissati.
L’estate biancoceleste si preannuncia quindi caldissima e fitta di impegni: le Tre Cime di Lavaredo e la Germania faranno sfondo alle preparazione della nuova squadra.

AURONZO DI CADORE – Ormai è una tradizione. La dirigenza capitolina ha scelto ancora le Dolomiti per svolgere la prima parte della programmazione: per il dodicesimo anno, la cittadina di Auronzo di Cadore ospiterà le Aquile. L’accordo è stato inoltre esteso fino al 2020 con il luogo ormai simbolo dell’estate laziale. Il periodo di permanenza è stato ufficializzato dalle parole di De Martino e la parentesi temporale sarà quella compresa tra il 12 e il 26 luglio (il rientro potrebbe slittare di un giorno).  In questo periodo, i ragazzi di Inzaghi saranno impegnati in ben tre amichevoli con le squadre locali e qui sarà anche presentata ai tifosi la terza maglia.

MARIENFELD – Dal 3 al 10 agosto (sempre date ufficiose), invece, la Lazio volerà in Germania: a Marienfeld. Un altro luogo caro alla società: la prima volta fu nel 2014 con Stefano Pioli, poi dal 2016 anche la città tedesca è diventata una meta fissa. Un luogo isolato per tirare a lucido la squadra e prepararla nel migliore dei modi.