Lotito sul razzismo: «Non permetteremo più a nessuno di sporcare l’immagine della Lazio».

© foto www.imagephotoagency.it

A margine del progetto “Calcio-educazione-Cultura”, Lotito ha rilasciato altre dichiarazioni sul tema sempre attuale del razzismo

La Lazio in seguito ad alcuni episodi razzisti accaduti in Europa League contro il Rennes, si è costituita parte civile in un eventuale processo. Di questo ha parlato il presidente Lotito: «Adesso noi tolleranza zero, lo diciamo subito. Quando Lotito ha messo responsabile dell’area sicurezza il Prefetto D’Angelo ha fatto una scelta di campo, noi apparteniamo a quel tipo di impostazione: legalità e rispetto delle regole. Chi sbaglia paga e non merita di stare all’interno dello stadio. Noi ci costituiremo parte civile, per i danni di immagine ma soprattutto a tutela di chi si sacrifica ogni domenica per questa società. Solo per quattro scemi che fanno queste cose, non è possibile».

RAZZISMO – Infine conclude: «Faremo in modo che le forze dell’ordine individuino queste persone, una sparuta minoranza che non ha nulla a che fare con questi personaggi, mele marce che vanno legalmente eliminate. Non consentiremo più a nessuno di sporcare l’immagine della Lazio. L’unica società in Europa ad essere andata in visita ad Auschwitz».