Lazio, Mauri: «Acerbi ha ragione, la squadra ha sempre bisogno di nuovi stimoli…»

Mauri
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex Lazio Stefano Mauri si è espresso ai microfoni di Radiosei sulle parole di Francesco Acerbi in conferenza stampa

L’ex Lazio Stefano Mauri è intervenuto a Radiosei, dove ha commentato le parole di Francesco Acerbi nella conferenza stampa di quest’oggi: «Se hai lo stesso allenatore, gli stessi giocatori, pochi cambi rispetto allo scorso anno è anche un vantaggio. Conosci i compagni, nelle prime partite s’è visto anche questo, una Lazio che gioca a memoria. Spesso ha giocato meglio dell’avversario. Dall’altro lato, ci sono sicuramente dei lati negativi. Nel corso dell’anno hai sempre bisogno di nuovi stimoli, di nuove motivazioni. La stessa Juve ha bisogno di qualcosa in più, o cambi allenatore o prendi giocatori nuovi oppure il più forte che c’è sulla piazza. Alla lunga, anche l’allenamento diventa un po’ monotono, incontri le stesse persone, prepari nella stessa maniera il lavoro».

CALCIOMERCATO«E’ stato preso Lazzari, che erano due anni che lo stavano cercato. E’ stato tenuto Caicedo, e probabilmente Inzaghi è contento. Non credo che non siano arrivati i giocatori prestabiliti, il mercato della Lazio doveva essere quello. E’ difficile cambiare l’aspetto caratteriale, non è una qualità che puoi addestrare, puoi migliorarla ma devi avere all’interno della squadra dei giocatori che danno l’esempio della giusta mentalità. Questo problema la Lazio ce l’ha da anni, spesso abbiamo perso punti contro squadre che poi sono retrocesse. Anche quando giocavo io, mancavano giocatori con quel tipo di mentalità. E’ un limite, ed una cosa che va avanti da anni».