Lazio-Juventus 1-2, pagelle e tabellino

social
© foto www.imagephotoagency.it

Lazio-Juventus, Serie A 2018/2019: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Lazio-Juventus 1-2 Allo Stadio Olimpico di Roma, la squadra di Simone Inzaghi viene sconfitta in rimonta dai bianconeri nella gara valida per il 21° turno della Serie A 2018/2019. Dopo un primo tempo dominato sul piano del gioco, la Lazio trova il vantaggio al quarto d’ora della ripresa (59)’ con un’autorete di Emre Can sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La Juventus, dopo un primo tempo in grande ombra, esce nell’ultimo quarto di gara e trova il pareggio col subentrato Cancelo (74′). La partita viene decisa all’88’ da un calcio di rigore trasformato da Ronaldo e decretato per una trattenuta di Lulic su Cancelo. Dopo oltre un’ora di gara ben interpretata, la squadra di Inzaghi subisce il ritorno dei bianconeri che rimontano grazie alla qualità dei subentrati quali Bernardeschi e Cancelo. Un epilogo che lascia l’amaro in bocca in casa Lazio dopo un’ottima prestazione contro la squadra prima in classifica. Biancocelesti che incassano la seconda sconfitta consecutiva e restano a 32 punti in classifica, momentaneamente a ridosso delle posizioni europee. Il prossimo impegno che attende la squadra di Inzaghi è per giovedì prossimo, a Milano, contro l’Inter per i quarti di finale di Coppa Italia. Poi, lunedì 4 febbraio, la Lazio sarà di scena a Frosinone per il 22° turno di campionato.

Lazio-Juventus 1-2: pagelle e tabellino

MARCATORI: 59′ aut. Emre Can, 74′ Cancelo, 88′ rig. Ronaldo

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha 6; Bastos 6,5 (90′ Neto s.v.), Wallace 5,5, Radu 5; Parolo 6,5, Leiva 6,5, Milinkovic, Luis Alberto 7 (81′ Berisha), Lulic 5; Correa 6,5; Immobile 5,5 (83′ Caicedo). A disposizione: Proto, Guerrieri, Durmisi, Silva, Berisha, Cataldi, Badelj, Murgia, Neto, Caicedo. Allenatore: Simone Inzaghi.

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny 6,5; De Sciglio 5,5, Bonucci 5,5 (41′ Chiellini 6), Rugani 5,5, Alex Sandro 6; Emre Can 5, Matuidi 5,5 (60′ Bernardeschi 6,5), Bentancur 6; Douglas Costa 6 (70′ Cancelo 6,5), Dybala 6, Ronaldo 6. A disposizione: Pinsoglio, Perin, Chiellini, Cancelo, Spinazzola, Fagioli, Kean, Bernardeschi. Allenatore: Massimiliano Allegri.

ARBITRO: Marco Guida (sez. Torre Annunziata)

NOTE: Ammoniti Emre Can, Leiva, Matuidi, De Sciglio, Rugani, Milinkovic, Chiellini

Lazio-Juventus: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Juventus che torna in campo più determinata, ma è la Lazio a trovare la rete: al 14′ su calcio d’angolo di Luis Alberto, colpo di testa di Parolo e palla che carambola su Emre Can finendo in rete. Quattro minuti dopo, Immobile ha sui piedi la rete del raddoppio, ma il suo tiro finisce a lato. Al 29′ arriva il pareggio dei bianconeri: affondo di Bernardeschi e parata di Strakosha su Dybala con l’accorrente Cancelo che  ribatte in rete. Al 42′ l’arbitro Guida decreta un calcio di rigore per la Juventus per una trattenuta di Lulic su Cancelo: Ronaldo lo trasforma per l’1-2 finale.

45’+6′ Finisce all’Olimpico: la Juventus supera la Lazio in rimonta col risultato di 2-1.

45’+6′ Calcio di punizione di Milinkovic dai 18 metri: tiro a giro, palla alta

45’+1′ Cancelo, lanciato davanti a Strakosha, sbaglia il passaggio decisivo per Bernardeschi

45′ Decretati 4 minuti di recupero

45′ Ultimo cambio di Inzaghi: esce Bastos, entra Neto

43′ LA JUVENTUS E’ IN VANTAGGIO, RONALDO TRASFORMA DAGLI UNDICI METRI CON UN TIRO CENTRALE CHE SI INSACCA SOTTO LA TRAVERSA. 1-2

43′ Silent-check in corso, calcio di rigore confermato per la Juventus

42′ Calcio di rigore per la Juventus. Lulic atterra Cancelo in area biancoceleste e l’arbitro decreta la massima punizione.

38′ Altro cambio di Inzaghi: esce Immobile, entra Caicedo

37′ Cross di Cristiano Ronaldo e colpo di testa in corsa di Emre Can: palla alta

36′ Primo cambio nella Lazio: esce Luis Alberto, entra Berisha

35′ Ammoniti Chiellini, falloso su Milinkovic, e lo stesso serbo per un fallo precedente

33′ Conclusione di Correa dai 20 metri: tiro centrale, Szczesny para

29′ IL PAREGGIO DELLA JUVENTUS. AFFONDO DI BERNARDESCHI CHE SALTA BASTOS E SERVE DYBALA IN AREA: LA CONCLUSIONE DELL’ARGENTINO TROVA LA RESPINTA DI STRAKOSHA E LA SUCCESSIVA BATTUTA A RETE DI CANCELO. 1-1

28′ Ammonito Rugani, falloso su Immobile

26′ La Juventus ottiene il primo calcio d’angolo della partita dopo un rimpallo tra Strakosha e Can che favorisce i bianconeri

25′ Ultimo cambio nelle fila della Juventus: esce Douglas Costa, entra Cancelo

25′ Ammonito De Sciglio, falloso su Luis Alberto

23′ Spunto di Milinkovic che lascia sul posto Bentancur e Dybala e conclude a giro dal limite: palla di poco a lato

22′ Grande conclusione di Luis Alberto dai 20 metri e pallone che, dopo una leggera deviazione, termina di poco fuori. Ottavo calcio d’angolo per i biancocelesti

18′ Grande occasione per Immobile che, servito in area da Correa, conclude di interno destro mandando il pallone oltre il secondo palo

15′ Secondo cambio nella Juventus: esce Matuidi, entra Bernardeschi

14′ LAZIO IN VANTAGGIO! SUGLI SVILUPPI DI UN CALCIO D’ANGOLO DI LUIS ALBERTO, DEVIAZIONE DI TESTA DI PAROLO E PALLONE CHE CARAMBOLA SU EMRE CAN PRIMA DI FINIRE IN RETE. 1-0

12′ Sugli sviluppi del calcio d’angolo, colpo di testa di Bastos che anticipa Ronaldo: la deviazione del portoghese porta il sesto angolo della gara per i biancocelesti

11′ Immobile si accentra e conclude dal limite dell’area: chiusura di De Sciglio e Rugani e palla in angolo

4′ Ammoniti Leiva e Matuidi dopo un accenno di rissa in seguito a un contatto falloso

4′ Lazio pericolosa: attacco di Luis Alberto che, sulla respinta di Rugani, conclude rasoterra mandando il pallone di poco a lato

2′ Cross di Douglas Costa dalla sinistra e pallone che attraversa tutta l’area biancoceleste non trovando per poco l’aggancio di Ronaldo, sotto porta

1′ Inizia il secondo tempo di Lazio-Juventus: squadre in campo con le medesime formazioni che hanno concluso la prima frazione


SINTESI PRIMO TEMPO – Primi 45′ dominati dai biancocelesti che si rendono pericolosi più volte. Al 12′ Wallace ha sulla testa il pallone del vantaggio ma colpisce male da buona posizione; al 19′ conclusione insidiosa di Correa (attento Szczesny), poi, otto minuti più tardi (27′), altra bella parata su Luis Alberto. Al 37′ il portiere polacco compie un prodigio su una conclusione ravvicinata di Parolo. Al 41′ Chiellini sostituisce l’infortunato Bonucci. Juventus che conclude il primo tempo con zero tiri verso la porta biancoceleste.

45’+2′ Finisce il primo tempo all’Olimpico: Lazio e Juventus vanno all’intervallo sul risultato di 0-0.

43′ Grande occasione per la Lazio. Errore aereo di Rugani, Immobile si avventa sul pallone e scavalca Szczesny con un pallonetto, Rugani riesce a tornare sul pallone rinviandolo a poca distanza dalla linea di porta

41′ Primo cambio nella Juventus: esce l’infortunato Bonucci, entra Chiellini

37′ Passaggio filtrante di Milinkovic per Parolo che, in area, va al tiro: Szczesny è prodigioso nella parata

34′ Douglas Costa va al cross dal versante sinistro: palla deviata da Bastos e poi respinta coi pugni da un reattivo Strakosha

27′ Palla persa da Emre Can e conclusione potente di Luis Alberto dal limite: Szczesny respinge coi pugni

24′ Ammonito Emre Can, falloso su Correa a centrocampo

19′ Pallone recuperato dalla Lazio a centrocampo e successiva conclusione di Correa dai 25 metri: tiro potente, Szczesny para

16′ Lancio lungo di Luis Alberto per Parolo che crossa al volo dal versante opposto: Szczesny esce e anticipa tutti

12′ Cross di Luis Alberto e pallone che viene colpito di testa da Wallace da buona posizione: la conclusione del brasiliano è debole e imprecisa

10′ Affondo di Correa che salta Can e Bonucci e va al cross basso in area: Rugani chiude

2′ Inizio offensivo della Lazio e primo calcio d’angolo per i biancocelesti dopo un tiro di Parolo deviato da Bonucci

1′ La partita è iniziata: calcio d’avvio della Lazio

Squadre in campo all’Olimpico, tra poco il calcio d’avvio di Lazio-Juventus!

Lazio-Juventus: le formazioni ufficiali, ’11’ biancoceleste confermato. Gioca Rugani

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Bastos, Wallace, Radu; Parolo, Leiva, Milinkovic, Luis Alberto, Lulic; Correa; Immobile.

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Emre Can, Matuidi, Bentancur; Douglas Costa, Dybala, Ronaldo.

Lazio-Juventus: le probabili formazioni

LAZIO (3-4-1-2): Strakosha; Bastos, Wallace, Radu; Parolo, Leiva, Milinkovic, Lulic; Luis Alberto; Correa, Immobile. A disp.: Proto, Guerrieri, Durmisi, Murgia, Berisha, Cataldi, Badelj, Neto, Caicedo. All.: Inzaghi

JUVENTUS (4-3-3): Szczęsny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Emre Can, Bentancur, Matuidi; Douglas Costa, Dybala, Ronaldo. A disp.: Pinsoglio, Perin, Rugani, Cancelo, Spinazzola, Kean, Fagioli, Bernardeschi. All.: Allegri

Lazio-Juventus: i convocati di Inzaghi

Tutto è pronto all’Olimpico, poche ore e sarà Lazio-Juventus: il big match dell’Olimpico. Inzaghi farà i conti con le pesanti assenze di Acerbi e Luiz Felipe e le cessioni di mercato, nella lista dei nomi spunta anche quello di Jorge Silva. Giovane difensore della Primavera di Bonacina. Di seguti, l’elenco completo:

Portieri: Guerrieri, Proto, Strakosha Difensori: Bastos, Durmisi, Radu, Silva, Wallace
Centrocampisti: Badelj, Berisha, Cataldi, Leiva, Luis Alberto, Lulic, Milinkovic, Murgia, Parolo Attaccanti: Caicedo, Correa, Immobile, Neto

Lazio-Juventus: le conferenze degli allenatori

INZAGHI – Spesso hai fatto sofrrire la Juventus, che partita ti aspetti?

Sappiamo che gocheremo contro la squadra più forte di Italia, una delle migliore di Europa. Dovremo fare un apartita importante che ci è già riuscita in passato, sperando di ripeterci domani. I ragazzi hanno lavorato bene in settimana. Vedremo quello che succederà, serve una prestazione importante.

Parolo a destra?

Senz’altro dovremo fare un partita con testa, cuore e gambe: tutto il possibile. Abbiamo diverse possibilità, possiamo giocare con la difesa a tre o a quattro. Ieri Patric aveva un problema, penso abbia risolto, ma vediamo la rifinitura. In quella posizione posso usare lui o Parolo, ma conteranno le motivazioni che la squadra riuscirà a mettere in campo oltre il modulo. 

Correa può essere l’arma in più?

Correa è una nostra risorsa molto importante. Prima di Napoli aveva saltato il Novara per influenza. Le ultime sei le aveva giocate tutte dall’inizio. Probabilmente domani giocherà dall’inizio: ha ottime qualità tecniche, si è inserito bene nella squadra e senz’altro ci aiuterà domani e nelle altre partite.

Com’è l’umore dopo Napoli?

A Napoli volevamo fare meglio: abbiamo fatto un discreto inizio, ma troppo poco. Il primo tempo abbiamo lasciato troppo possesso al Napoli, nel secondo abbiamo fatto molto bene. Nel nostro migliore momento siamo rimasti in dieci e non siamo riusciti a riprenderci.

Allegri ha confermato l’arrivo di Caceres. Cosa è mancato qui?

Io parto dal presupposto che devo avere giocatori entusiasti di rimanere qua. Da allenatore, so che tutti vogliono giocare sempre, io non sono riuscito a dargli la maglia da titolare fisso, lui non ha mai creato problemi: è un ottimo professionista, ha dato tutto per la squadra. Il problema è che se non contento, io non trattengo nessuno. Normale mi abbia chiesto di giocare di più, poi quando arriva la Juventus difficile dire di no. Gli auguro il meglio possibile.

Settimana particolare per Lukaku. Possibile reintegro di Basta?

Vale lo stesso discorso di Caceres. Sa di essere importante per me, ha manifestato il desiderio di giocare con continuità: abbiamo deciso di mandarlo in prestito poi so che ha avuto complicazioni col club inglese. Domani tornerà ad essere un nostro giocatore, quando mi dimostrerrà di stare bene, si giocherà una maglia con gli altri. Basta? C’è questa possibilità, ma ha qualche situazione di mercato. È un giocatore che ha sempre dato il meglio, se rimarrà a Roma si farò di tutto per reintegrarlo, ci darà una mano da qui a giugno.

La Lazio non ha nulla da perdere?

Non è così: ci sono tre punti in palio, abbiamo defezioni come la Juventus. Incontriamo i migliori di Italia, sappiamo a cosa andiamo incontro. Chi giocherà dall’inizio farà di tutto per mettermi in difficoltà anche in vista delle prossime gare.

Cosa occorre per battere la Juventus? Cosa non fare?

Saranno importanti le motivazioni e l’approccio. La Juventus è formidabile e nei primi 20 minuti ha un ritmo elevatissimo, ma siamo preparati, dovremo far sì che gli episodi siano dalla nostra parte.

Sarà un Ronaldo diverso, come lo fermerete? Userai di più i giocatori che hanno giocato meno?

Avremo tante partite adesso, cercherò di usare tutti i giocatori. Ronaldo è un osservato speciale, si è subito integrato nel campionato italiano, è il più forte giocatore al mondo.

Questa stagione è diversa dalla scorsa, ti manca la reversibilità tattica?

Si può rimanere come abbiamo sempre giocato. Ho diverse opzioni che ho provato in questi giorni, vedrò anche nella rifinitura di domani. Tutti hanno fatto meno punti, sappiamo che abbiamo un gironecon partite difficili, ma ampiamente nelle nostre corde. Dobbiamo migliorarci in questo, dipenderà soprattutto da noi e da come affronteremo la gara di domani.

ALLEGRI – «Caceres? È fortemente voluto. Benatia ha chiesto di andare via, ha fatto una scelta diversa dalle nostre intenzioni e la società l’ha accontentato. Insieme alla società abbiamo valutato i profili che potevamo portare qui alla Juventus e abbiamo avuto la fortuna che Caceres ha accettato e io sono molto contento. Martin conosce l’ambiente, è affidabile e va a completare un reparto già forte. Poi tra tre o quattro settimane avremo Barzagli e quindi siamo a posto. Ha inciso che è un giocatore che conosco e secondo me può dare tanto alla Juventus. Poi gli altri profili portarli qui a quattro mesi dalla fine della stagione tra imparare la lingua, vedere in che condizioni sono, passava troppo tempo. Martin è già pronto. Caceres è un giocatore che, già quando è andato via dalla Juve, ho detto che valeva Barzagli, Chiellini e Bonucci. Può giocare a due nei due centrali, anzi credo faccia meglio quello che l’esterno ora. Poi è un positivo e avere ragazzi positivi in squadra è sempre molto importante e mi rende felice».

Sulla Lazio: «Sempre una partita complicata. La Lazio cercherà di battere per la prima volta una grande, speriamo non ci riesca domani. Io 15 giocatori li ho, rientra Cnacelo a disposizione, Mandzukic rientra col Parma, forse anche Khedira, Pjanic da lunedì si riallena con la squadra. La Lazio è fisica, tecnica, come la Juve ha segnato tanto su palla inattiva e soprattutto in casa tira tanto in porta. Domani vorrà riscattare la sconfitta di Napoli, noi invece domani dobbiamo dare continuità, è importante per questo. Alla vittoria dello scudetto mancano ancora tante vittorie e ogni vittoria è un passo in più. Poi giocare a Roma all’Olimpico è sempre bello quindi bisogna fare una bella partita da tutti i punti di vista».

Lazio-Juventus: i precedenti del match

La Prima Squadra della Capitale ha siglato 196 reti, mentre i bianconeri 311. La prima sfida in assoluto fra i due team riporta una vittoria della Juventus per 1-0, era il 16 febbraio 1930. Le vittorie più larghe per la compagine piemontese sono tre: la prima il 17 marzo 1935 per 6-1, la seconda il 28 febbraio 1937 con lo stesso risultato ed infine l’11 gennaio 1953 con il risultato di 5-0. Per la Lazio le partite vinte con più gol di scarto sono tre: la più recente è datata 18 marzo 2001 quando si imposero per 4-1, l’altra il 29 ottobre 1995, dove i biancocelesti hanno vinto per 4-0, ed infine il 19 novembre 1939 con il medesimo risultato. Quello di domenica sera sarà il 178° incontro fra i due team, Lulic e compagni vorranno la vittoria per continuare la corsa all’ultimo posto valido per la Champions League mentre i bianconeri vorranno i tre punti per consolidare il primo posto in classifica.

Lazio-Juventus: l’arbitro del match

La 21ª giornata di Serie A TIM Lazio-Juventus, in programma domenica 27 gennaio alle ore 20:30 allo Stadio Olimpico di Roma, sarà diretta dal signor Marco Guida (sez. di Torre Annunziata). Assistenti: Carbone-Di Liberatore IV Uomo: Abbattista V.A.R.: Aureliano A.V.A.R.: Del Giovane. L’arbitro campano ha già diretto i biancocelesti in sedici gare: lo score di quest’ultime parla di sette vittorie per la Lazio, di quattro pareggi e di cinque sconfitte. In questa stagione il fischietto di Torre Annunziata ha arbitrato la Prima Squadra della Capitale in occasione dell’undicesimo turno di campionato, nel quale gli uomini di Inzaghi hanno sconfitto per 4-1 la SPAL allo Stadio Olimpico di Roma. Marco Guida ha già arbitrato in passato un incontro tra la Lazio e la Juventus: quest’ultimo risale al 27 agosto del 2016, giorno nel quale i bianconeri vinsero la sfida per 1-0.

Lazio-Juventus: piano di sicurezza e dove parcheggiare allo stadio Olimpico

I cancelli d’ingresso saranno aperti alle ore 18:30, con una eventuale apertura anticipata alle ore 17:30 per il settore ospiti qualora ciò si rendesse necessario per facilitare le operazioni di afflusso. Da 3 ore prima dell’inizio dell’incontro e fino a 2 ore dopo sarà vietata la vendita per asporto ed il trasporto di bevande in bottiglie o contenitori di vetro nella zona dello stadio Olimpico e nelle vie prospicenti, mentre una task force composta da Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Polizia di Roma Capitale vigilerà sul rispetto delle ordinanze prefettizie e sulla presenza di bagarini, parcheggiatori e venditori abusivi.

Per i tifosi della Juve che giungeranno nella Capitale con mezzi propri o minivan sono consigliate le uscite autostradali ‘Roma nord’ e ‘Roma sud’ e, proseguendo sul grande raccordo anulare, l’uscita ‘via Aurelia centro’. Come riporta romatoday.it Per quanto riguarda i parcheggi, alla tifoseria juventina sarà riservata l’area del Lungotevere della Vittoria, mentre per gli autoveicoli della tifoseria locale è stata riservata l’area di viale XVII Olimpiade. L’area è servita da 15 linee del trasporto pubblico: 23, 31, 32, 69, 70, 200, 201, 226, 280, 301, 446, 628, 910 e 911. Con la metro si può scendere alla fermata Flaminio della linea A e da lì utilizzare il tram 2 verso piazza Mancini.

Lazio-Juventus streaming: dove vederla in TV

ll posticipo della seconda giornata di ritorno si gioca all’Olimpico: la Lazio ospita la Juventus, in una gara che i biancocelesti non possono permettersi di perdere. Il quarto posto è ormai sfuggito dopo la débacle di Napoli, ma l’impegno del Milanproprio contro i partenopei potrebbe essere un’occasione da non lasciarsi sfuggire per la squadra di Inzaghi. I bianconeri, dalla loro, sono imbattuti e non vogliono interrompere la maxi-serie positiva. Lazio-Juventus sarà visibile in esclusiva su Sky sui canali Sky Sport Serie A, Sky Sport UNO e Sky Sport 251. I possessori di Tv dedicata a di decoder Sky Q potrranno seguire l’incontro anche iun 4K HDR. Da non perdere, infine, la possibilità di Sky di seguire i contenuti compresi nell’abbonamento su dispositivi mobili e senza alcun costo aggiuntivo, sulla piattaforma Sky Go

Articolo precedente
Curva Nord, striscione e cori per Lotito: «Nessun alibi, per la Coppa ci servono campioni!» – Foto
Prossimo articolo
Inter-LazioHighlights, Lazio-Juventus 1-2: clamorosa rimonta dei bianconeri – VIDEO