Lazio, Inzaghi: «Prestazione da condannare. Avrei dovuto cambiare tutti, anche me…»

lazio inzaghi
© foto foto Matteo Gribaudi/Image Sportnella foto: Simone Inzaghi

Simone Inzaghi è intervenuto a Sky Sport al termine di Sampdoria Lazio

«La Sampdoria ha fatto una grande partita, noi l’abbiamo sbagliata. Martedi avremo una partita importante e proveremo a riscattare la brutta figura di oggi. Ci era successo di essere in emergenza ma avevamo fatto partite di grande spessore. Non devo cercare alibi, guardo a martedì. Dobbiamo resettare tutto e cambiare atteggiamento. Otto gol subiti, testa altrove? L’avevamo preparata al meglio, in campo non abbiamo fatto quello che dovevamo e loro hanno meritato di vincere. Giudizio su Muriqi? Si è dato da fare, si allena con noi da 15 giorni, sarà un’ottima risorsa, ha cercato di aiutarci.
Le assenze ed i Nazionali possono influire ma non sono una scusa». 

Queste il commento del tecnico Simone Inzaghi ai microfoni di Sky Sport al termine del match tra Sampdoria e Lazio, terminato 3-0 in favore della squadra blucerchiata.

Le parole del mister a Lazio Style Radio

«Al di là delle emergenze, la prova dei miei ragazzi è da condannare. Abbiamo martedì una prova in cui possiamo fare bene, contro un avversario importante. Oggi bruttissima sconfitta. La partita non è stata persa tatticamente, la Samp ha vinto sullo spirito che a noi non è mai mancato, ma loro ci sono stati superiori. Ho la fortuna di avere una squadra intelligente, ora analizzeremo i nostri errori in questi tre giorni. Adesso abbiamo una partita importante, ma conteranno le motivazioni, quelle che abbiamo sempre messo. Parolo? Eravamo in emergenza, l’ho fatto uscire ma avrei dovuto cambiare tutta la squadra. Lui era ammonito, lì avevamo defezioni importanti e le abbiamo pagata, ma il problema è stato l’atteggiamento. 

Numeri a nostro sfavore? Li analizziamo, ma sappiamo che dobbiamo vedere le prestazioni: nelle prime tre abbiamo fatto ottime gare, oggi no. Spero che questa partita ci sia di aiuto, perchè così si possono perdere tante partite. Hoedt? Ha fatto la sua partita, ma come gli alti. Valutarlo dopo una sconfitta è difficile». 

Le parole del tecnico in conferenza stampa

«Facile cercare l’alibi nelle assenze, la sconfitta è brutta, ci è capitato ma così per atteggiamento è grave. Dobbiamo analizzare e resettare, perchè martedì abbiamo una gara importante e possiamo riscattarci. Una delle più brutte prestazioni, abbiamo mancato di cattiveria e spirito di squadra, anche la Samp aveva le sue assenze, ma è stata facilitata dal nostro atteggiamento. Questa squadra non gioca più a memoria? Eravamo in difficoltà di uomini e rotazioni, ma resta in primis la brutta prestazione.

Prendiamo questa sconfitta in modo pesante ma capiremo perchè. La stagione? I propositi sono quelli di fare bene come in questi anni, nel percorso ci sono degli inciampi come questi, ma abbiamo fatto una bruttissima gara senza l’atteggiamento che abbiamo sempre avuto. Parolo? Avrei dovuto cambiare tutta la squadra, anche me che sono l’allenatore».