Lazio, conferenza Inzaghi: «Sono orgoglioso dei ragazzi, ma restiamo umili»

© foto www.imagephotoagency.it

Lazio, la conferenza stampa di Inzaghi alla vigilia della sfida contro l’Udinese: le parole del mister

È già tempo di tornare in campo per la Lazio. Dopo il cluj, c’è l’Udinese. La sfida è programmata per le ore 15 di domenica, allo Stadio Olimpico. Mister Inzaghi presenta la gara durante la canonica conferenza stampa, davanti ai cronisti presenti.

Che avversario è l’Udinese?

Una squadraorganizzata, fisica che abbina qualità con giocatori tecnici, hanno un buon assortimento. Hanno tantissime soluzioni e tante mezzale che hanno grande tecnica e possibilità di metterti in difficoltà.

Ci tieni alla sesta vittoria?

I record sono fatti per essere battuti, ma mi interessa la prestazione della squadra. Con le giuste prestazioni, le vittorie vengono di conseguenza, ma dobbiamo rimanere umili perchè ogni partita ha difficoltà. Qualcuno giovedì ha potuto tirare il fiato, poi farò le escelte più opportune.

Questa sembra una squadra simile a quella di due anni fa. Ma quest’anno è anche la quarta miglior difesa, quanto c’è di Milinkovic che magari si abbassa a coprire?

Sergej si sta scarificando, ci dà una mano, ma non penso solo a lui. Lavoriamo insieme da altri due anni, gli attaccanti ci danno una grande mano, è un insieme di squadra. Sappiamo che è un momento positivo ma che dovviamo lavorare, perchè ci sono ancora margini di miglioramento. Le insidie sono dietro l’angolo.

La Lazio è in corsa Champions, cosa ha guadagnato la squadra?

Rispetto alle altre ha avuto continuità, quando non c’era è stato messo in evidenza che andavamo male… anche più di quanto meritavamo. Ho parlato con la squadra. ho detto di crederci, di continuare, perchè le altre squadre che sono in ritardo arriveranno. Nel momento in cui qualcosa andrà meno bene, dovremo rimanere compatti ed ascoltare poco quello che arriva da fuori, non ci sono mai incitamenti, anche se le critiche fanno bene. Siamo solo all’inizio.

Questa Lazio sta superando le sue aspettative?

Io ho tantissima fiducia. Sono rimasto con una voglia grandissima. So che ho dei ragazzi molto seri, molto concentrati sul lavoro, siamo terzi e dobbiamo mantenere la posizione perchè tutte le partite sono difficili.

Gli infortunati?

Domani non ci saranno Marusic, Lukaku, Berisha e probabilmente Patric. Sta effetuando degli esami, perchè giovedì ha sentito un affaticamento al soleo e dobbiamo vedere le condizioni.

Ha sentito Mihajlovic?

Una bellissima notizia, ieri l’ho visto bene, grintoso come sempre. Non avevo dubbi, in questi mesi ci siamo sentiti. Non avevo dubbi che avrebbe lottato e avrebbe vinto. Ieri era in ottime condizioni ed adesso sarà un valore aggiunto per il Bologna ed il calcio italiano.

Si sta allargando la rosa?

Giovedì abbiamo avuto ottime risposte. Io ho sempre alternato perchè i ragazzi meritavano, come tutti i quelli che ho fatto esordire. Giovedì hanno fatto molto bene, in una partita molto concentrata anche se dovevamo raddoppiare, i ragazzi mi hanno dato una risposta ottima sul campo.

Ti sarebbe piaciuto giocare lunedì, avendo giocato giovedì?

Quello senz’altro. Mi aspettavo di giocare lunedì, come la Roma. Un giorno in più sarebbe stato sicuramente utile.