Lazio, Hoedt: «Sbagliai ad andar via, so che ci son dubbi su di me, darò tutto»

© foto www.imagephotoagency.it

Hoedt si ripresenta. Il difensore è uno degli acquisti della campagna estiva della Lazio e ha risposto così alle domande in conferenza stampa

Hoedt ha fatto ritorno alla Lazio. Il difensore, rimasto molto legato ai colori biancocelesti, è tornato all’ombra della Capitale durante l’ultima parentesi di calciomercato. Oggi si è presentato così, in conferenza stampa.

L’introduzione di Tare: «Buongiorno, siamo qui a presentare Wesley Hoedt, non è un nome nuovo per noi e per la gente, da cosa nasce questa scelta condivisa tra me e il mister? Cercavamo un centrale che conoscesse modo di giocare, mentalità e lingua italiana, tra varie opzioni abbiamo scelto lui dopo aver parlato col ragazzo. Siamo felici di presentarlo oggi, so che ci sono stati punti di domanda sul suo arrivo ma sono convinto che sarà un grande acquisto per noi e porterà entusiasmo».

Bentornato, come e quando è nata la trattativa?
«Qualche settimana fa ho parlato col mister che mi ha chiamato, avevo parlato di alcune cose e da lì è nata l’idea di tornare».

Come hai convinto Inzaghi?
«Inzaghi è stato importante nella scelta, è lui che mi ha chiesto di tornare».

Cosa gli hai promesso?
«Io so che ci sono dei dubbi su di me, ma io darò tutto per la maglia e i tifosi e società».

Hai giocato in diversi paesi, cosa porti di nuovo?
«Ho giocato tante gare in più, in tre paesi diversi, ho imparato tanto in ogni posto».

Ti senti migliorato?
«Certo, sono maturato, ho 3 anni in più, ho fatto esperienze all’estero, ora tocca a me farmi vedere alla Lazio».

Cosa non ha funzionato?
«Ho imparato che devi sempre guardare a te stesso, solo io decido il mio futuro, qualcosa ho sbagliato, l’ho accettato ma ora guardo avanti. Ho imparato tanto come persona e calciatore, ora posso solo farmi vedere qui».

Rimpianto di aver lasciato la Lazio?
«Sicuramente in quell’anno mister e ds mi hanno detto che era meglio rimanere, quella scelta del Southampton l’ho sbagliata io e lo ammetto, son felice di esser potuto ritornare e cambiare tutto».

Ti senti pronto per la Samp?
«Mi sono allenato nel lockdown, devo ritrovare il ritmo del calcio, questione di settimane».

Posizione?
«Posso giocare in tutte le posizioni, al centro o a sinistra, sono a disposizione del tecnico».

Hai parlato con de Vrij?
«Sì, è un amico e un grande giocatore, ne ho parlato con lui».