Lazio, il centrocampo fantasia porta tanti pro. Ma anche un contro…

Inzaghi rinnovo lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Da quando il tecnico Simone Inzaghi ha dato un’impronta più offensiva alla Lazio i numeri ne hanno benificiato sotto alcuni aspetti

A volte cambiare porta dei benefici. Lo sa bene Simone Inzaghi che nelle ultime settimane ha ritrovato l’entusiasmo della squadra dandole una trazione maggiormente offensiva. Una crescita dal punto di vista realizzativo si è notata: sono infatti 10 le partite consecutive in cui i biancocelesti vanno a segno almeno una volta. Escludendo la Juventus (28), si tratta della striscia aperta più lunga tra le formazioni del nostro campionato. Da quando Ciro Immobile è spalleggiato da un attaccante e Luis Alberto è arretrato sulla linea delle mezz’ali, la Lazio ha ritrovato il bel gioco che era mancato nella prima parte di stagione.

LAZIO, CI SONO ANCHE DEI CONTRO – Se centralmente la storia è cambiata, stesso discorso non vale per le fasce. La compagine del tecnico piacentino è quella che ha fatto meno gol (3) fra tutte in Serie A con i cross dalle fasce laterali. Il dato negativo si può attribuire al fatto che è mancato completamente Jordan Lukaku (decisivo spesso lo scorso anno), Adam Marusic non è stato continuo e Riza Durmisi non si è ancora ambientato del tutto. Le uniche note positive giungono da Senad Lulic, tuttofare della formazione laziale, ma prima o poi ci sarà bisogno di un ricambio.