Canigiani: «Promozione della maglia esaurita». Poi su derby e mini abbonamento…

canigiani
© foto www.imagephotoagency.it

Il responsabile del marketing biancoceleste, Marco Canigiani, dà gli ultimi aggiornamenti sui biglietti e sulle promozioni, in vista dei prossimi impegni

Per parlare delle varie promozioni riservate ai tifosi laziali, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, il responsabile del marketing, Marco Canigiani: «La promozione legata alla maglia è praticamente esaurita: siamo a pochissime unità ancora disponibili. Ricordo, in vista del derby di mercoledì, le particolari modalità di vendita relative alla Tribuna Tevere, unico settore soggetto a limitazioni. Possono infatti acquistare i tagliandi i soli abbonati e possessori della Fidelity Card, con l’ulteriore possibilità di usufruire del programma ‘Porta un amico’ e quindi comprare due biglietti. Chi non è in possesso della Millenovecento, può acquistarla presso tutti i Lazio Style Official Store: la tessera verrà rilasciata immediatamente e sarà quindi subito possibile acquistare il biglietto. Nella giornata del derby, mercoledì 1° marzo, è prevista la chiusura del punto vendita presso l’ex ostello della gioventù in viale delle olimpiadi 61. Inoltre, è previsto il divieto di cedibilità del tagliando e dell’abbonamento. Non sono quindi possibili cambi di nominativi per la gara Lazio-Roma». Per il prossimo impegno casalingo contro il Torino, chi ha sottoscritto il mini-abbonamento legato alla promozione “Mettiamoci in gioco”, potrà comprare il biglietto a un euro: «Per il match contro il Torino, in programma lunedì 13 marzo alle ore 20:45, chi ha sottoscritto il mini-abbonamento a 7 punti potrà acquistare il biglietto al prezzo simbolico di 1 euro nei Lazio Style Official Store indicati durante la promozione, avendo la squadra totalizzato 4 punti contro Chievo Verona, Milan e Udinese».

Articolo precedente
derby formello bigliaFormello – Derby sempre vicino: torna Biglia, mentre Marchetti…
Prossimo articolo
inzaghiImmobile allontana gli incubi friulani e avvicina i sogni europei