Lazio, alla scoperta del Primavera: Marco Alia

marco-alia-primavera
© foto @Instagram

Conosciamo meglio i talenti della Primavera della Lazio. Oggi mettiamo sotto la lente d’ingrandimento il portiere Marco Alia

Nonostante sia un ruolo tante volte snobbato, il portiere è l’ultimo difensore della porta ed è colui che ha l’arduo compito di salvare la propria porta. Quella della Primavera della Lazio ha un guardiano d’eccezione: Marco Alia.

LA SCHEDA – L’attuale estremo difensore laziale nasce ad Albano Laziale il 26/04/2000. Le sue origini albanesi lo porteranno poi a prendere la nazionalità balcanica, per la quale poi giocherà anche. La sua avventura nella Lazio parte all’eta di 15 anni quando, dopo le giovanili alla Nuova Tor Tre Teste (squadra dilettantistica romana ndr), viene acquistato dato il suo prospetto interessante. Con l’U17 gioca due stagioni di livello, giocando complessivamente 36 partite. Il salto di livello arriva nel luglio del 2017, quando l’allora mister della Primavera Bonatti lo chiama con sé. Dopo una prima parte di stagione passata in panchina, Alia esordisce il 13/01/2018 contro il Torino prendendo il posto di Rus: da quel momento non staccherà più da quei pali. La prima stagione non è delle migliori, visto che la squadra retrocede in Primavera2B. Il nuovo campionato porta anche un nuovo allenatore, Bonacina, ma il ragazzo mantiene salda la sua titolarità. Grazie alle sue parate la prima squadra della Capitale torna in Primavera1: nelle 24 partite giocate, subisce solo 19 gol e rimane imbattuto per 12 volte. Anche la promozione ha portato un nuovo cambio della guardia in panchina (l’attuale allenatore è Menichini ndr) ma comunque Alia mantiene saldo il suo posto. In questa stagione, attualmente interrotta, il numero 1 delle giovani aquile ha dimostrato più volte il suo valore. Il suo talento ha convinto più volte anche mister Inzaghi, che lo ha convocato in prima squadra: la prima volta risale alla partita di Europa League contro l’Apollon Limassol il 29/11/2018. Durante questa annata è stato convocato ben due volte, nel girone d’andata in Serie A contro Atalanta e Torino. Oltre a difendere la porta biancoceleste, Alia copre anche quella del suo paese, l’Albania. In nazionale ha giocato con l’U19 durante la qualificazioni agli Europei nell’ottobre del 2018.

CARATTERISTICHE – Per un portiere la caratteristica imprescindibile è l’altezza, e con i suoi 186 cm Alia la detiene. Oltre a questo, la giovane promessa si è messa in luce per la sua agilità e reattività: molto forte nelle prese basse quanto in quelle alte, in cui si lancia senza paura. Ha una discreta precisione con i piedi.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy