L’AVVERSARIO – Crotone: i calabresi si giocano tutto negli ultimi novanta minuti

crotone mandragora
© foto www.imagephotoagency.it

Analizziamo lo stato di forma del Crotone, prossimo avversario della Lazio

‘Ezio Scida’ e ‘Renzo Barbera’. Sono questi i due campi da cui uscirà la squadra che andrà a far compagnia a Pescara e Palermo in Serie B la prossima stagione. Empoli e Crotone si giocano la permanenza in A negli ultimi novanta minuti: gli uomini di Martusciello in Sicilia contro i rosanero già retrocessi dovranno difendere il preziosissimo punto di vantaggio accumulato sui calabresi, i quali affronteranno una Lazio reduce da tre sconfitte consecutive tra campionato e Coppa Italia, ma che cercherà di difendere il quarto posto dall’assalto dell’Atalanta. Il fatto di potersi giocare la salvezza fino alla fine rappresenta comunque un ottimo traguardo per i pitagorici, impensabile al termine del girone d’andata. Dei 34 punti conquistati fin qui dai rossoblu infatti, appena nove sono stati raccolti nelle prime 19 giornate, mentre 17 sono stati totalizzati negli ultimi otto incontri. Un’inversione di marcia incredibile quella dei ragazzi di Nicola che credono ovviamente nell’impresa, anche se battere i biancocelesti non sarà facile. Come ha detto Inzaghi subito dopo il match contro l’Inter infatti, la voglia di terminare la stagione al quarto posto è tanta: i capitolini non faranno sconti.

COSI’ IN CAMPO CONTRO LA LAZIO – Mister Nicola rischia di dover fare a meno di Rosi infortunatosi contro la Juve, sulla corsia destra di difesa pronto quindi ad agire Sampirisi. Recuperabile Trotta per l’attacco, in ripresa da un fastidio alla caviglia. Indisponibile Stoian.

PROBABILE FORMAZIONE CROTONE (4-4-2): Cordaz; Sampirisi, Ceccherini, Ferrari, Martella; Rohden, Crisetig, Barberis, Nalini; Trotta, Falcinelli.