LAVAGNA TATTICA – Le chiavi di Udinese-Lazio

inzaghi lazio
© foto Db Firenze 27/10/2019 - campionato di calcio serie A / Fiorentina-Lazio / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Simone Inzaghi

Udinese-Lazio è un match cruciale per Inzaghi. Non ci può permettere un nuovo passo falso, soprattutto perché poi c’è la Juve

La Lazio di Inzaghi non può assolutamente permettersi la quarta sconfitta consecutiva, soprattutto prima del big match contro la Juve. L’Udinese è una squadra piuttosto ostica e difficile da affrontare. Oltre ad avere giocatori con strappo, capaci di ribaltare velocemente l’azione (come per esempio Fofana), si caratterizza per la fase difensiva più passiva della Serie A. Si difende con un 5-3-2 molto corto e compatto che toglie spazi agli avversari e blinda la trequarti.

Basti pensare che ha il secondo indice PPDA più alto della Serie A. In pratica, è la seconda squadra che concede più passaggi prima di intraprendere un’azione difensiva. Ciò la dice lunga sullo spirito attendista della squadra, che quasi rinuncia a pressare in avanti. Inoltre, sa ribaltare velocemente l’azione, in tanti modi. O lanciando direttamente sulle punte, molto brave a giocare spalle alla porta, oppure sfruttando il grande cambio di passo dei propri centrocampisti (come Fofana). Un aspetto da non sottovalutare, visto che nelle ultime gare la Lazio ha sofferto abbastanza nelle transizioni difensive.