Lazio, l’infermiera dalla Germania: «Lulic il mio eroe, qui sottovalutano la situazione»

© foto www.imagephotoagency.it

Giorgia Perrotta, infermiera in Germania tifosa della Lazio, ci ha raccontato come la fede calcistica possa aiutare in certi momenti

Abbiamo visto in questi mesi quanto il distanziamento sociale possa essere importante per sconfiggere il Coronavirus, ma anche da distanti abbiamo imparato ad essere estremamente vicini gli uni con gli altri.

Giorgia Perrotta, infermiera in un reparto di terapia intensiva in Germania, è fisicamente distante da noi, ma per sentirsi vicina e cercare di affrontare la situazione con una carica in più, si è scritta sul camice il nome del suo eroe: il capitano della Lazio Senad Lulic. Ai nostri microfoni ha spiegato le ragioni di questo gesto: «Io sono un’infermiera lazialotta, lavoro in un reparto di terapia intensiva…un po‘ lontano dalla mia amata Italia e dalla mia amata Roma, lavoro infatti in Germania. Inutile dirvi che nonostante questo il mio cuore è biancoceleste da appena nata ed il mio eroe biancoceleste è inevitabilmente Lulic. Sul motivo della foto posso dire che in certi momenti ci si aggrappa a tutte le fedi, anche a quella biancoceleste. Poi perché non sfotterli sempre e comunque?».

GERMANIA – Riguardo la situazione che si vive nel paese tedesco, ha riferito: «Posso dirvi che non è assolutamente diversa da quella italiana, anzi nel mio reparto ci stiamo trovando ad avere più casi ora rispetto ai mesi scorsi…sono forse più incauti e stanno sottovalutando la situazione. Scelte politico-economiche forse».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy