Tramezzani: «Gomez è devastante. Borini? Ci punterei»

tramezzani
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex allenatore del Lugano e vice di Gianni De Biasi nell’Albania, Paolo Tramezzani ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio

Per parlare delle prossime mosse di mercato biancocelesti, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, Paolo Tramezzani: «Su Germoni credo che Inzaghi faccia una valutazione i primi giorni di ritiro. Ha diversi esterni quindi può provare sia la difesa a 4 che quella a 3. Il ragazzo ha fatto un’ottima esperienza a Terni quindi può starci nella rosa. I giovani l’allenatore li conosce molto bene e può ottenere il meglio da tutti loro. È difficile oggi poter fare un mercato ragionevole, quindi le società devono avere grande attenzione nei propri ragazzi. In questo senso la Lazio ultimamente ha operato bene, non ha mai sbagliato acquisti compatibilmente con il proprio budget. L’importante sarebbe mettere a disposizione di Inzaghi la rosa in vista del ritiro e avere i ricambi all’altezza in modo da essere sempre competitivi durante la stagione. Il centrocampo per esempio ha bisogno di un paio di alternative. Immobile di solito garantisce numericamente tante partite, però è chiaro che dietro di lui serva un attaccante che possa fornire le stesse garanzie».

ATTACCOTramezzani continua: «Borini? Conoscendolo ci punterei: ha grandi qualità individuali, velocità, forse è il giocatore che manca. Attraverso il lavoro e l’applicazione Simone lo può far tornare ai livelli di qualche anno fa. Gomez mi piace tantissimo, riesce a spezzare le partite, a tratti è devastante. Lui sarebbe una garanzia, conosce bene il campionato ed è sempre pronto a lavorare anche nella fase di non possesso». Poi sul centrocampo: «Freuler lo conosco da diversi anni e già a Lucerna si vedevano le sue qualità. Quest’anno con più continuità si è ritagliato spazi importanti. Può giocare in diversi ruoli a centrocampo ed è bravo a seguire l’azione partendo da dietro: come caratteristiche ricorda molto Parolo. Giocare una partita ogni 3-4 giorni cambia la preparazione, va riequilibrata la preparazione e fondamentale è il ritiro prima degli impegni ufficiali. Gli acquisti sarebbe preferibile che avessero esperienza internazionale, potrebbero favorire».

Articolo precedente
angelo peruzziLazio, Peruzzi ha rinnovato per un altro anno
Prossimo articolo
Damiani: «Ho incontrato Tare, ma non abbiamo parlato di Ghezzal»