Gasperini: «Le banalità del calcio mi hanno dato fastidio. Siamo precipitati in una realtà terribile»

atalanta gasperini lazio
© foto Roma 19/10/2019 - campionato di calcio serie A / Lazio-Atalanta / foto Insidefoto/Image Sport nella foto: Giampiero Gasperini

Gasperini, l’allenatore dell’Atalanta ha detto la sua su quanto sta accadendo in queste settimane in Italia

Solo pochi giorni fa l’Atalanta festeggiava la sua storica qualificazione in Champions League. Il futuro però è incerto a causa dell’epidemia che sta mettendo in ginocchio l‘Italia e non solo. Queste le parole del tecnico Gasperini su Il Corriere dello Sport.

«Siamo precipitati in una realtà che sapevamo essere terribile, ma non fino a questo punto. Quattro giorni fa era un mondo, lunedì un altro. Il passaggio da Valencia ci avrà forse allontanati temporaneamente dalla realtà».

SITUAZIONE – «Oggi non sappiamo cosa fare, vorremmo allenarci un po’. Non chiediamo tanto. I ragazzi sono disorientati. Ci adegueremo, non abbiamo un’idea sul futuro. Si andrà avanti? Giocheremo ancora? Sappiamo solo che abbiamo superato il turno. È come la peste, la nostra vita è cambiata, la vita di tutti è cambiata. Sento soltanto le sirene delle ambulanze».

POLEMICHE – «Sa cosa mi ha disturbato? Le solite banalità sul mondo del calcio. Mi ha dato molto fastidio. Il calcio come antidepressivo, come forma di sopravvivenza. Hanno voluto un segnale forte».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy