Connettiti con noi

Hanno Detto

Paparelli: «Wilson era il mio eroe, mi chiamava ogni 28 ottobre»

Pubblicato

su

Gabriele Paparelli, figlio di Vincenzo, ha ricordato Pino Wilson in un’intervista per le colonne de Il Messaggero: le sue parole

Pino Wilson è stato uno di quelli che il dramma di Vincenzo Paparelli lo ha visto da vicino. Quel 28 ottobre del 1979 lui era in campo, cercando di placare gli animi concitati per quanto appena successo e quel 28 ottobre se l’è portato sempre dentro. Oggi è Gabriele, figlio dell’indimenticato Vincenzo, a ricordare il comportamento esemplare del Capitano:

«Per me Pino era diventato uno di famiglia, una persona unica al di fuori del calcio. Mi è stato sempre vicino dopo quello che era successo, da piccino e da adulto».

«Di quel giorno, purtroppo, ricordo tutto. Anche il gesto di Pino è ancora nitido nel
mio sguardo, lo fece per ristabilire la calma ed evitare che si scatenasse il panico. Ma io ho un ricordo ancora più bello. Ogni 28 ottobre mi chiamava per esprimermi la sua vicinanza e il suo dolore. Molte volte piangeva, si commuoveva con me, ricordando quei momenti terribili
al telefono. Sarà dura non ricevere più sul mio cellulare, dopo 40 anni, la chiamata del mio Ca-
pitano».