Focus – Europa League, alla scoperta del Red Bull Salisburgo

© foto @Lazionews24

Europa League, la Lazio affronterà gli austriaci del Salisburgo nei quarti di finale: scopriamo gli avversari dei biancocelesti

L’urna di Nyon ha parlato, ai quarti di finale di Europa League la Lazio affronterà gli austriaci del Red Bull Salisburgo. I biancocelesti affronteranno la gara d’andata all’Olimpico giovedì 5 aprile, mentre saranno ospiti alla Red Bull Arena il 12. Entrambe le gare, a differenza dei turni precedenti, saranno disputate alle ore 21.05. Le due squadre si sono già viste una di fronte all’altra nel 2009, durante la fase a gironi d’Europa League, entrambi i match vinti dal Salisburgo per 2-1.

Salisburgo, la culla di Mozart

Salisburgo è situata nell’area centro-settentrionale della terra austriaca, è la quarta città più popolosa del paese con 150mila abitanti, dopo Vienna, Graz e Linz. La città è situata sulle rive del fiume Salzach, ai confini settentrionali delle Alpi e dell’Austria. Città piccola, di storia e tradizione, in particolare quella religiosa. E’ possibile infatti, far visita a numerosi monumenti, tra i quali, la cattedrale dei Santi Ruperti e Virgilio, l’abbazia di San Pietro e la Kollegienkirche. La città è conosciuta per la sua architettura barocca, è sede di molte manifestazioni musicali, grazie ad esser stata la culla del più celebre tra gli artisti, Wolfgang Amadeus Mozart. Per arrivare a Salisburgo è possibile far tappa all’aeroporto dedicato proprio al musicista austriaco Mozart. Da ormai diversi anni Salisburgo è diventato centro di attrazione per il suo stile semplice, ma al contempo raffinato, un vero e proprio punto d’ispirazione.

Salisburgo, un club in crescita costante

Fondato nel 1933, il Red Bull Salisburgo, in passato Austria Salisburgo, è il club più in crescita del panorama calcistico austriaco. Fino alla sua attuale denominazione la squadra ha cambiato nome per motivi legati allo sponsor. La squadra nutre di molti trofei, tra i quali 11 campionati austriaci, 4 coppe d’Austria e 3 supercoppe austriache. In Europa non ha trovato molta fortuna, tuttavia il suo risultato migliore l’ha ottenuto proprio contro un’italiana – l’Inter – raggiungendo la finale di Coppa UEFA.

La Red Bull Arena

La Red Bull Arena, situata a sud-ovest della città, si trova a Wals-Siezenheim, e dal 2013 il Salisburgo vi gioca le sfide casalinghe. Lo stadio, in erba sintetica, ha una capienza di 30mila posti.

Il Salisburgo di Rose

La squadra biancorossa sta facendo una grandissima annata. Oltre ad aver raggiunto i Quarti di finale di Europa League, sta lottando per la conquista del suo 12 campionato austriaco, attualmente in testa con 8 lunghezze di vantaggio sulla seconda. E’ proprio nella competizione europea che gli austriaci hanno fatto vedere il meglio di sè: passati come primi in un girone ostico con Olympique Marsiglia, Vitoria Guimaraes e Konyaspor, si sono fatti conoscere per la loro compattezza e concretezza, che gli ha consentito di accedere come prima classificata alla fase ad eliminazione diretta. La fortuna però non gira dalla loro parte al sorteggio, tuttavia sono bravi a cambiare il destino pronosticato dai bookmaker. Infatti, in entrambe le gare ad eliminazione diretta, contro Real Sociedad e Borussia Dortmund, gli austriaci sono usciti indenni senza subire alcuna sconfitta, rimanendo l’unica squadra imbattuta del torneo. Tra i giocatori di spicco troviamo il difensore centrale Caleta Car, i centrocampisti Samassekou e Berisha, e la punta Dabbur. Nel match di andata gli austriaci dovranno fare a meno dello squalificato Hwang.

Red Bull Salisburgo (4-4-2): Walke; Lainer, Ramalho, Caleta Car, Ulmer; Haldara, Samassekou, Berisha, Schlager; Hwang, Dabbur.

Articolo precedente
BergomiEuropa League, Condò e Bergomi: «Lazio favorita con il Salisburgo, ma occhio all’andata…»
Prossimo articolo
Europa League, Abidal: «Lazio, devi rispettare il Salisburgo. Finale? Per vincere devi prendere le big»