Emergenza coronavirus, Tarro: «Sport importante, possibile praticarlo ora»

© foto www.imagephotoagency.it

Intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo, il professor Giulio Tarro ha parlato dei rischi per la salute causati dal Covid e dello sport

In questo momento di emergenza sanitaria, sono molti e differenti i pareri medici che commentano la situazione coronavirus. Intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo, il professor Giulio Tarro ha parlato degli eventuali rischi portati dal Covid e dell’importanza dello sport anche in questa emergenza:

«Per ragioni d’età sono passato sotto diversi governi, da De Gasperi in poi, gente che ha avuto tutt’altra visione delle situazioni. Questa gente che si esprime in un certo modo, è la stessa che sta all’altezza della sanità secondo cui dobbiamo aspettare il vaccino per uscire. Come ci si può esprimere in questo modo? Sembra totalmente fuori dalla realtà. Siamo gli unici a cercare di trattenere il più possibile il Covid-19. Parole di Rakitic? Dobbiamo aggiungere che dai bambini ai giovani adulti, tutti gli sportivi, sono il miglior antivirale che esista. Certe situazioni mi riportano alla ricetta israeliana che sono convinto sia la migliore: proteggiamo gli anziani, ma liberiamo i giovani con un’immunità che si istituirà. Lo sport è importante per tutti, i giovani possono praticarlo che sia individuale o collettivo.Siamo di fronte ad una malattia respiratoria, dunque il virus si trasmette esclusivamente per via aerea ravvicinata, i miei colleghi nella sanità, medici e para sanitari hanno molte più possibilità di contrarre il virus. Tornare a vivere o stringere i cordoni? Sono dalla parte dei calabresi che hanno riaperto tutto».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy