I numeri di de Vrij, l’olandese che trasforma la Lazio

de vrij
© foto www.imagephotoagency.it

I numeri che incoronano Stefan de Vrij leader insostituibile della difesa della Lazio

Il gol di un attaccante è l’atto che regala ai tifosi la gioia di esultare, ma non tutti si ricordano quanto è importante la presenza di un leader difensivo. Chi di calcio se ne intende, non si lascia sfuggire i dati che pubblica questa mattina il Corriere dello Sport, che evidenziano il ruolo di Stefan de Vrij all’interno di un match: con l’olandese in campo (50 presenze in maglia biancoceleste) la Lazio ha raccolto 100 punti, cioè viaggia ad una media di 2 a partita. Il bottino complessivo recita la bellezza di 31 vittorie, 7 pareggi, 12 sconfitte e 52 gol subiti. Sostanziale la differenza notata nelle 52 gare in cui il centrale orange non ha indossato gli scarpini: 20 vittorie, 13 pareggi, 19 sconfitte, solo 73 punti, per una media di 1.4 a gara e un totale di 66 gol incassati. Colpa di un fisico troppo fragile, che troppo spesso ha costretto i biancocelesti a doversene privare. Anche durante questa stagione, Stefan si è dovuto fermare in 6 delle 26 giornate di Serie A. Un tassello da non lasciarsi sfuggire, anche se il contratto è in scadenza nel 2018 e il classe ’92 pare lusingato dalle avances provenienti dai club di Premier League. Ma per il calciomercato se ne parlerà in estate, ancora c’è tempo, la Lazio vuole goderselo finchè può.