La Lazio ne rifila 9 alla top 11 del Cadore: doppietta per Immobile, prima rete di Marusic

lacchè
© foto official S.S. Lazio

Seconda amichevole di questo ritiro per la Lazio che supera agevolmente anche la Top 11 del Cadore con il risultato di 9-1

Non riposa mai la Lazio, oggi in campo nella seconda amichevole del ritiro. Difronte c’è la top 11 del Cadore e Inzaghi non perde occasione per collaudare ancor di più l’ormai classico 3-5-2. In porta c’è Strakosha; il terzetto difensivo è composto da Wallace, de Vrij e Hoedt. Sulle fasce Basta e Marusic, con Lulic e Milinkovic ai lati di Luis Alberto, ancora impiegato come regista. Davanti ci sono Felipe Anderson e Immobile. E’ proprio l’attaccante napoletano a sbloccare il match dopo 5 minuti: Milinkovic lancia nello spazio e Ciro con un pallonetto di sinistro, batte il portiere avversario. Al 14′ i biancocelesti si guadagno un rigore con Marusic, steso in area. Sul dischetto va Immobile, ma Fagherazzi si distende bene alla sua sinistra e respinge. Non riesce a raddoppiare l’ex Siviglia che poco dopo fallisce un gol a porta vuota, soltanto da spingere in rete. Raddoppio che arriva al minuto 22, ancora a firma di Immobile che dal limite esplode un destro chirurgico sotto l’incrocio dei pali. Arriva anche il terzo e porta la firma dei due esterni: Basta affonda sulla destra e crossa al centro per l’accorrente Marusic che arriva come una freccia e deposita in rete. Alla mezz’ora arriva il 4-0 e questa volta è Felipe Anderson a mettere in mezzo per Lulic che tutto solo appoggia alle spalle di Fagherazzi. Sul finire di primo tempo l’arbitro concede un altro rigore alla Lazio per un fallo di Bressan su Basta. Questa volta dal dischetto va Felipe Anderson che non sbaglia.

CAMBIO DI UOMINI E MODULOInzaghi come è normale che sia ne cambia 11, passando ad un più che inedito 3-4-3. In porta c’è Vargic. In difesa Bastos, Luiz Felipe e Crecco. A centrocampo PatricOikonomidisMurgia e Lombardi. In avanti ai lati di Rossi ci sono Djordjevic e Palombi. E’ proprio il bomber di Tivoli al 57′ a depositare in rete una palla al bacio di Oikonomidis. Il classe 1996 si rende pericoloso subito dopo superando il portiere avversario, ma si allarga troppo e trova soltanto l’esterno della rete. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo e Lombardi a timbrare per la settima volta il cartellino con una bella incornata. Due minuti più tardi arriva il gol della bandiera per la top 11 del Cadore: scivola Luiz Felipe a centrocampo e Sansoni calcia verso la porta trovando Vargic fuori dai pali e mettendo a segno il gol più bello di giornata. Non riesce a segnare Rossi che spreca da pochi passi un invitante assist di Patric. Poco dopo sempre il giovane attaccante non riesce a superare il portiere avversario che lo ferma in uscita. L’ottavo gol arriva ancora da calcio d’angolo: batte Mohamed stacca Bastos che trova la traversa. L’angolano si avventa sulla ribattuta e scarica un bolide alle spalle del portiere avversario. Dopo Rossi anche Palombi fallisce a tu per tu con il portiere, sprecando un bel assist di Murgia. Il definitivo 9-1 è siglato da Djordjevic che con una serpentina all’interno dell’area fa fuori due avversari e appoggia in rete con il piatto sinistro. Le prossime amichevoli saranno molto più impegnative contro la Triestina il 19 e la Spal il 22.