Covid, Sileri: «Con 14 positivi non si gioca. Se casi nel Napoli, campionato si fermi»

© foto www.imagephotoagency.it

Il Viceministro della salute Sileri ha parlato ai microfoni di Rai Radio1.

Il Viceministro della salute Pierpaolo Sileri ha parlato a Rai Radio1 della situazione del Genoa – con 14 positivi al Covid – e delle prospettive del prossimo futuro.

Se da un positivo nella squadra del Genoa sono diventati 14 vuol dire che il virus è circolato, e cioè che non sono state mantenute le distanze. Se abbiamo un tampone negativo non dobbiamo pensare di essere invincibili, continuare a mantenere le distanze è fondamentale e voglio insistere su questo punto. Prospettive? Se c’è una squadra con 14 persone positive disputare una partita è quasi impossibile. Ora il Napoli deve fare i tamponi ma con una certa tempistica, bisogna aspettare un certo periodo di incubazione che è di 4-6 giorni. Devono andare in quarantena i giocatori che hanno avuto dei contatti stretti, non tutti, ma quelli che sono stati vicini assolutamente sì. L’esperienza del Genoa ci insegna che l’uso del tampone andrebbe regolamentato. Se ci fossero altri casi nel Napoli io, da medico e non da viceministro, direi che la cosa migliore sarebbe fermarsi almeno per 7 giorni. Ci dovremmo comportare come ci comportiamo con i focolai…