Connettiti con noi

Champions League

Corsa Champions, il pareggio della Juve cambia tutto. E la Lazio spera

Mattia Monti

Pubblicato

su

La Juventus frena ancora, la corsa Champions si complica. Per la Lazio diventa essenziale vincere contro il Milan per sperare

Non accadeva da anni che la corsa Champions fosse così accesa, con 5 squadre raccolte in una manciata di punti. La Juventus non sfrutta il complicato match del Milan contro la Lazio per allungare, anzi s’inceppa ancora una volta sul campo della Fiorentina, pareggiando il gol di Vlahovic con una bella conclusione dalla destra di Morata. Il pari non è abbastanza per dormire sogni tranquilli, tutt’altro. Pirlo, nel post partita si è detto insoddisfatto del suo operato, così come lo sarà la dirigenza bianconera. Questa la classifica attuale, al netto dei match ancora da disputare:

  1. Inter 79
  2. Milan 66 (una partita in meno)
  3. Juventus 66
  4. Atalanta 65 (una partita in meno)
  5. Napoli 63 (una partita in meno)
  6. Lazio 58 (2 partite in meno)

Potenzialmente, il Milan potrebbe salire a 69 se dovesse battere la Lazio, l’Atalanta a 68 in caso di successo contro il Bologna, il Napoli a 66 dovesse vincere a Torino. I bianconeri sarebbero in questo caso quinti in classifica, poichè in virtù dei gol in trasferta sarebbe la squadra di Gattuso ad aver la meglio in caso di pari punti. E la Lazio? Va da sè che una vittoria contro il Milan impedirebbe ai rossoneri di dare un colpo importante in ottica Champions, congelando la squadra di Pioli a 66 punti al pari della Juve (al momento in vantaggio negli scontri diretti in virtù della vittoria di San Siro). I biancoceleste poi, recupereranno il 18 maggio la sfida contro il Torino, avendo l’opportunità di piazzarsi, potenzialmente a 64 punti. Volendo essere ottimisti, Simone Inzaghi potrebbe piazzarsi a due punti da Napoli, Juventus e Milan (in caso ovviamente di vittoria partenopea a Torino). Se tutti questi eventi dovessero incastrarsi, a 5 giornate dal termine la Lazio sarebbe ampiamente in corsa, ma è presto per fare calcoli. Tutto, o quasi, passa dal match di domani contro il Milan. I biancocelesti hanno un solo imperativo: vincere.

Advertisement