Connettiti con noi

Campionato

Conferenza stampa Sarri: «Mou è arrivato tardi, ho smesso di fumare. Sul derby…» – VIDEO

Pubblicato

su

Conferenza stampa Sarri: le parole del tecnico della Lazio alla vigilia del match di campionato contro la Roma

È tempo di derby. È tempo di Roma-Lazio. Una città intera si ferma e trattiene il respiro per 90 minuti, che possono indirizzare la stagione di una o dell’altra squadra. Maurizio Sarri presenta la stracittadina in conferenza stampa, valida per la 30ª giornata di Serie A. Lazionews24.com ha seguito LIVE le dichiarazioni del tecnico biancoceleste.


DERBY – «Il derby è derby. Non c’è nessun retropensiero, è una partita a parte e va presa come un evento unico. Noi giochiamo per il derby.».

MOURINHO – «Non sento nessuna rivalità. Domani gioca la Lazio contro la Roma, non dobbiamo pensare di essere più importanti delle squadre che alleniamo. Con lui ho un buon rapporto».

SQUADRA – «Ogni partita ha una storia sé e per il derby vale in maniera tripla. La partita sarà difficile, siamo due squadre di buon livello che hanno avuto degli alti e dei bassi. Ci saranno due squadre che entreranno al massimo delle motivazioni».

FRASI MOURINHO – «Ho smesso di fumare da diverso giorni, poi può essere che ricominci ma in questi giorni non sto fumando».

FASCE – «Dobbiamo capire la strategia che adotteremo. Se sparare tutto subito faremo una scelta, altrimenti ne faremo un’altra scelta».

AVVICINAMENTO AL DERBY – «Vivendo l’ambiente hai più consapevolezza di che partita vai ad affrontare. E’ una partita particolare a cui il nostro popolo tiene in maniera particolare e quindi ti pesa sulle spalle».

ROMA – «Che partita farà? Difficile da prevedere. Mi aspetto due squadre che vorranno imporre il proprio gioco, così come è stato nel derby d’andata».

LAZIO CARENTE DAL PUNTO DI VISTA EMOTIVO – «Non penso che siamo carenti da un punto di vista emotivo, spero che siamo in via di guarigione da quel punto di vista. La squadra sta lanciando segnali di maturità, voglio prendere per buono questo. Negli ultimi 2-3 mesi la squadra è stata molto meno ondivaga rispetto al passato».

LOTITO A FORMELLO – «Il presidente non ha parlato alla squadra, l’ho visto ieri qualche minuto. Ci lascia molto tranquilli, interviene poco, interviene nei momenti che ritiene opportuni.».

ACERBI – «Faccio fatica a capire la polemica nei confronti di Acerbi. Un gesto non può incrinare la considerazione di un ragazzo esemplare. Lui sta dando tutti sia in allenamento che in partita, spero che i tifosi lo capiscano e possano aiutarlo».

Advertisement

Facebook

Advertisement