Ciao Marco, la Lazio saluta un giovane aquilotto – FOTO

© foto www.imagephotoagency.it

Durante Lazio-Torino, la società ha reso omaggio a Marco, un giovane aquilotto aquilotto scomparso troppo presto

Lazio-Torino, sugli spalti la tensione che si ha prima dei grandi appuntamenti, ma non per tutti. Nei distinti, c’è anche chi insieme al freddo respira commozione. Negli occhi le immagini dell’Olimpico: il riscaldamento, i cori della Nord, la quiete prima della tempesta. La testa e il cuore sono da un’altra parte, però. Lontano. Tra le mani uno striscione con una dedica: «Come un’aquila in volo» ed un sorriso. E’ quello di Marco. Nella vita, sono le passioni a dare colore alle emozioni. E le sue erano biancocelesti, come la Lazio. La squadra che gli faceva battere il cuore ogni maledetta domenica. A tenere quel lenzuolo bianco sono gli amici di una vita, quelli che lo hanno dovuto salutare troppo presto. Ai loro piedi un mazzo di fiori consegnato direttamente dalla società per onorarne il ricordo. A depositare il pensiero è il giovane Bruno Jordão, accompagnato da Maurizio Manzini e dal dott. Ivo Pulcini. Tutto lontano dalle telecamere, ma sotto gli occhi di chi ora starà guardando il cielo biancazzurro dove «brilla una stella, di tutto il firmamento sempre la più bella». Ciao Marco!

1. La Lazio rende omaggio a Marco

2. La Lazio rende omaggio a Marco

3. La Lazio rende omaggio a Marco

Ivo Pulcini