Connettiti con noi

Champions League

Champions, alle 18.55 c’è Zenit-BVB: per il primo posto può bastare un pari

Pubblicato

su

Champions League, alle 18.55 c’è anche Zenit-BVB: per il primo posto può bastare anche un pari. La situazione

Vittoria del girone, “semplice” qualificazione, estromissione e retrocessione in Europa League. La Lazio sfoglia la margherita e si accorge che senza perdere col Club Brugge l’aritmetica le fornirà la certezza del passaggio agli ottavi di Champions. Nel caso di sconfitta all’Olimpico, invece, i capitolini sarebbero sicuri della retrocessione in Europa League, e sono tra l’altro già certi di essere tra le migliori terze che dunque eviterebbero di pescare (negli accoppiamenti dei sedicesimi di UEL) le prime classificate dei gironi di Europa League.

Il sogno, però, si chiama primo posto nel Gruppo F. Le combinazioni, qui, dipendono dal risultato del Dortmund, che giocherà in contemporanea alle 18.55 a San Pietroburgo contro uno Zenit già sicuro fanalino di coda del girone. Qualora la Lazio dovesse fare tre punti e il Borussia ottenere un risultato peggiore, i capitolini si prenderebbero la vetta, invece irraggiungibile in caso di vittoria giallonera. Attualmente il BVB guida la classifica a 10, la Lazio segue a 9. Dunque, un pareggio tra Lazio e Club Brugge abbinato ad una vittoria dello Zenit assicurerebbe alla Lazio la parità con i tedeschi, ma i biancocelesti vincerebbero il girone in virtù dei migliori scontri diretti contro gli uomini di Favre. Calcoli che non verranno fatti sul rettangolo verde, ma che la matematica rende non sconfessabili.