Caso Anderson, Immobile lo difende: «Siamo con lui». E alla cena di squadra…

live calciomercato lazio felipe anderson
© foto www.imagephotoagency.it

Tiene banco in casa Lazio il caso Felipe Anderson: i compagni ne prendono le difese, ma il brasiliano potrebbe partire a fine stagione

Così non va. E’ rimasto deluso Simone Inzaghi dall’atteggiamento mostrato da Felipe Anderson al suo ingresso in campo (clicca qui per leggere cosa è accaduto negli spogliatoi al termine di Lazio-Genoa). Le due sconfitte consecutive in campionato hanno portato un po’ di negatività all’interno dell’ambiente che, sicuramente in modo troppo esagerato, ha trovato nel brasiliano il capro espiatorio. Non è facile gestire il carattere del #10 ma, per raggiure il traguardo della Champions League, la Lazio ha necessità di ritrovarlo. Come sottolinea “La Repubblica” durante il match di lunedì sera Anderson è stato spronato a fare di meglio da Stefan Radu. I compagni però sono dalla sua parte e le parole di Ciro Immobile lo dimostrano: «È un giocatore importante per la squadra, la gente deve capire che è questo il suo modo di giocare. Noi siamo con Felipe, rimaniamo uniti fino alla fine».

CENA DI SQUADRA E CALCIOMERCATO – All’interno dello spogliatoio nulla è cambiato, l’ex Santos ieri era presente alla cena di squadra per festeggiare il compleanno di Stefan de Vrij. Il tecnico e la società lo hanno bacchettato, gli chiedono un inversione di rotta. Appare dunque sempre più un ciclo che si indirizza alla sua conclusione: se le pretendenti in estate dovessero bussare a Formello con un’offerta concreta, si inizierà a valutare la cessione. Claudio Lotito ha fissato il prezzo (25% finirà nelle casse del Santos), la base di partenza è di 40 milioni di euro (non 25-30 presentate dal suo entourage in un recente passato). L’obiettivo principale però al momento non è quello di monetizzare. La Lazio è attesa da tre mesi decisivi ed è ancora in lotta su tre diversi fronti. Per sognare in grande ci sarà bisogno anche del miglior Felipe Anderson.

Articolo precedente
Reja: «Lazio, i meriti sono di Inzaghi e Tare». E su Milinkovic…
Prossimo articolo
calciomercato lazio badeljCalciomercato Lazio, Badelj: «Aspetto una chiamata che mi cambi la vita»